IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Margonara, i liquami fognari fermano “Il Cimento contro il Cemento”

Savona. Triste spettacolo oggi alla spiagga della Madonnetta, per i numerosi accorsi a sfidare il maltempo per partecipare al tradizionale “Cimento contro il Cemento”. La manifestazione infatti è stata resa impossibile, per motivi igienici, dai liquami che fuoriescono a flusso continuo dal vecchio e corroso tubo posato nel greto del Rio Termine.

“Lo spettacolo agghiacciante del liquame giallognolo ornato di ciuffi di carta igienica, fotografato da tutti, incluse le forze dell’ordine, è dovuto verosimilmente ai lavori che stanno interessando i tubi della fogna che corrono sotto la Via Aurelia – raccontano alcuni partecipanti e molti cittadini che da tempo si battono contro il progetto del porto della Margonara – Ipotizziamo che, per eseguire i lavori, il flusso dei liquami urbani verso il depuratore sia stato deviato temporaneamente nella vecchia condotta di scarico a mare, la quale dovrebbe fungere anche da scarico di emergenza in caso di malfunzionamenti delle linee. Peccato che tale condotta in acciaio sia ormai completamente corrosa, forata o addirittura troncata in due dalla ruggine in più punti visibili dalla spiaggia. Risultato, da giorni gli scarichi fognari, deviati nella vetusta condotta, fuoriescono nel greto del Rio Termine e sulla spiagga della Madonnetta, provocando una situazione igienicamente intollerabile perfino ora che siamo in inverno. Immaginamo poi se tale tubo venisse ancora utilizzato per una emerganza estiva, con la spiaggia affollata e i bambini che fanno il bagno”.

“Questo episodio dimostra ancora una volta che quel degrado tanto sbandierato per aprire la porta ai progetti più invasivi e turpi (ma redditizi per chi investe e sa come influenzare le amministrazioni interessate) ricade interamente sotto la responsabilità degli enti pubblici, e non dei cittadini che negli anni hanno animato, vissuto e presidiato questo territorio. In breve, i politici che dicono che bisogna costruire il porto perchè la spiaggia è degradata sbattono fuori i cittadini che hanno combattuto il degrado e cancellano con un colpo di spugna le loro negligenze. A questo punto le domande che porremo alle autorità competenti riguarderanno: l’inammissibilità di questa soluzione temporanea per eseguire i lavori in corso; il rischio per la salute in caso di futuri scarichi in emergenza da una condotta in questo stato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Un buon amministratore dovrebbe amministrare cio’ che esiste senza inventarsi nuove “baggianate” …. (e’ per questo che viene pagato …. per amministrare).