IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le “Odalische” incantano i savonesi: il prato del Priamar verso un parco delle sculture foto

Savona. Hanno stregato i savonesi le “Odalische” di Claudio Carrieri che popolano il prato antistante la fortezza del Priamar. Le statue potrebbero diventare le prime opere stanziali di un giardino artistico con altre diverse e variegate realizzazioni artistiche. Si creerebbe così un piazzale verde ai piedi della complesso monumentale. “Un Parco delle Sculture – prospetta Ferdinando Molteni, assessore alla cultura – Un insieme di opere che può attrarre l’attenzione di savonesi e di turisti, valorizzando il lavoro degli artisti. Ho notato che sempre più persone, dai curiosi agli appassionati, fanno foto sul prato ritraendo le statue presenti. E’ anche un modo per gli artisti di essere valorizzati, visto l’enorme passaggio veicolare e la grande esposizione della zona”.

Una cordata di associazioni savonesi ha raccolto fondi per fare in modo che il Comune acquisti le “Odalische” di Carrieri, per mantenerle definitivamente in città. L’idea ha incontrato il favore dell’assessorato alla cultura ed è già al vaglio di Palazzo Sisto. “Mercoledì prossimo con il sindaco e l’artista prenderemo in esame questa possibile iniziativa, che mi vede profondamente favorevole – dice Molteni – Lo stesso Carriere si è già detto disponibile a cedere le statue per una cifra moderata e con la disponibilità della Fondazione De Mari, insieme al contributo raccolto dalle associazioni, dovremmo riuscire nell’acquisizione”.

Le “Odalische” si stagliano sull’erba come antichi manufatti paleolitici. Carrieri, nato in Canada e poi stabilitosi nella città della torretta, pittore e scultore già con esperienza internazionale, le illustra come “figure che raccontano un modo del fare, un agire con semplicità artigiana, secondo le regole di una tecnica talmente primitiva che possiamo considerarla parte del nostro codice genetico; gesti che raccontano la nostra storia con una voce che ci è familiare”.

Lunga la lista delle associazioni cittadine che si è mobilitata per l’acquisto delle “Odalische”: Associazione A Campanassa, Confcommercio, Associazione Bagni Marini, Coni provinciale, Centro provinciale Cns Libertas di Savona, Associazione Nazionale Carabinieri di Savona, Associazione nazionale Amici dello Sport di Savona, Unione nazionale Veterani dello Sport, Associazione Leon Pancaldo, Associazione Villa Cambiaso, Associazione culturale Agape, Ordine dei farmacisti della provincia di Savona, sodalizio siculo-savonese Luigi Pirandello e Associazione culturale Dante Alighieri di Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.