IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Kubica, il medico FIA: “Previsioni premature, ma possibilità di ritorno in F1 ci sono” foto

Pietra Ligure. Gerard Saillant, delegato medico della FIA, è giunto oggi all’ospedale Santa Corona dove il pilota Robert Kubica è stato sottoposto al secondo intervento chirurgico dopo il tremendo incidente di Andora. L’operazione si sta concludendo in queste ore.

Nel frattempo, Saillant ha fatto il punto con lo staff sanitario di Pietra Ligure. “E’ stato un incidente serio quello che è capitato a Robert – ha detto il rappresentante della FIA – Un infortunio davvero grave. Correre è pericoloso e questo genere di incidenti possono accadere, in particolare nelle corse come i rally. So che Robert ha reagito bene e che le sue condizioni sono andate via via migliorando. Tutto questo è senz’altro di buon auspicio”.

Quanto alle possibilità di tornare al volante di una monoposto, nel più breve tempo: “Al momento è troppo presto fare alcun tipo di previsioni e sarebbe sbagliato anche nei confronti di Robert farle – osserva il dottor Saillant – Certamente le possibilità ci sono, anche se dovrà affrontare un lungo e difficile lavoro di riabilitazione. L’augurio di tutti è che torni prima possibile, più forte di prima”.

Infine, l’elogio alla struttura medica dell’ospedale pietrese. “Da quello che ho potuto constatare, è stato fatto un ottimo lavoro di equipe che ha permesso di operare velocemente Robert e di effettuare le immediate terapie previste per un trauma e un incidente del genere” ha affermato il medico della FIA.

All’ospedale di Pietra, seguendo l’esempio dei tanti colleghi di F1, è giunto anche Vitantonio Liuzzi. Il pilota italiano, uno dei favoriti dal team Lotur Renault GP per sostituire il polacco sul lungo termine, è in attesa di vedere l’amico ancora sotto i ferri. Kubica, dopo l’operazione in corso a piede, omero e spalla, verrà trasferito nuovamente in Terapia Intensiva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. GiuCa
    Scritto da GiuCa

    @carpenter Vero corse acora qualche tempo nel mondiale turismo co l’Alfa poi si è ritirato definitivamente .
    Buona la tua osservazione del tempo trascorso fra i due fatti ed anche io mi associo agli auguri di pronta e definitiva guarigione

  2. carpenter
    Scritto da carpenter

    Gli auguro tutto il bene possibile è un ragazzo giovane e robusto ,però a me torna alla mente Alessandro Nannini quando Il 12 ottobre 1990 ebbe l’incidente con l’elicottero , anche lui subi l’amputazione del destro ,venne operato al Centro Traumatologico Ortopedico di Firenze,e benche’ l’operazione andò a buon fine , la sua carriera in F1 purtroppo fini’ !
    Sono passati 20’anni e la scienza ha fatto passi da gigante .
    In bocca al lupo Robert