IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inchiesta spiagge, ascoltate 5 persone: non c’è solo Alassio nel mirino della Procura

Savona. In cinque, tutti in qualità di persone informate sui fatti, sono stati ascoltati questa mattina in Procura a Savona per l’inchiesta sulle spiagge alassine. In realtà le audizioni sarebbero dovute essere sei, ma l’ex dirigente comunale Giuseppe Lagasio, il cui nome invece figura nel registro degli indagati, non si è presentato davanti ai magistrati a causa di un legittimo impedimento. Sui contenuti degli interrogatori, che hanno coinvolto dipendenti ed ex dipendenti dell’ufficio demanio (compresa la dattilografa ormai in pensione ed un cantoniere), nulla trapela: dal sesto piano di Palazzo di Giustizia viene mantenuto il più stretto riserbo.

E’ chiaro che queste audizioni potrebbero servire per fare ulteriore chiarezza sull’assegnazione delle concessioni per la gestione delle spiagge libere attrezzate della città del Muretto. L’unica indiscrezione che trapela è che l’inchiesta spiagge potrebbe non restare confinata ad Alassio: accertamenti della Procura sarbbero infatti già scattati in altri comuni della Riviera savonese. Per adesso non ci sarebbero ancora altri fascicoli aperti ma lo scenario potrebbe cambiare nelle prossime settimane.

Per ora sul registro degli indagati restano i nomi delle 12 persone coinvolte nella gestione delle spiagge di Alassio, per le quali il reato ipotizzato è abuso in atti d’ufficio e peculato. Tra le persone indagate figurano Fabrizio Calò e Rocco Invernizzi, il presidente di Gescomare e Bagni di Mare, Corrado Barbero, il vicesegretario comunale Demetrio Valdiserra e i responsabili delle 3 società di gestione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    OOHHHH! …che sfiga… l’ultimo business sulla sabbia demaniale debellato cosi’…su due piedi…!
    Dato che con quelle date in concessione ai “poveri” gestori erano “blindate” e tenute con le grinfie dai “disagiati” da oltre 50 anni ..l’arrivo delle S.L.A. nel regime concessorio è stato una vera manna per dare gli “aiutini” agli amici-degli-amici.