IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agricoltura: in arrivo finanziamenti per la piana di Albenga

Albenga. In arrivo cospicui finanziamenti per l’agricoltura della piana di Albenga nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Liguria. In particolare, i fondi saranno destinati per progetti destinati alla realizzazione dell’acquedotto irriguo, nonché per la riduzione dei rischi alluvionali di calamità naturali.

Un finanziamento di circa 1 milione e 100 mila euro è relativo al primo lotto di un progetto che prevede una serie di interventi volti a soddisfare completamente le esigenze irrigue del territorio. “Buona parte dell’area agricola di Albenga utilizza l’acqua di pozzi”, spiega l’Assessore all’Agricoltura Carlo Parodi, “e la maggior parte dell’area agricola soffre di problemi quali vulnerabilità ai nitrati di origine agricola, o acqua di pessima qualità per via del cuneo salino, senza dimenticare che le stesse aziende sono servite da acqua potabile per uso irriguo. Paradossalmente, fino ad ora la Città non disponeva di una differenziazione tra acqua potabile e acqua ad uso irriguo. Finalmente, scindiamo l’emungimento delle aziende agricole dall’acqua potabile”.

In quest’ambito rientra la richiesta di finanziamenti per il primo lotto di interventi, per un totale di 1 milione e 100 mila euro di lavori, con finanziamento al 90% rientrante nel PSR (1 milione proveniente dall’Unione Europea, 100 mila dal Comune di Albenga): con tali fondi è prevista la messa in funzione a pieno regime del pozzo di Cantone (110 litri al secondo), con tubazione da 40 cm di diametro, che andrà ad alimentare l’acquedotto Rollo, con acqua sufficiente anche per il futuro secondo lotto di intervento, che prevederà la costruzione della nuova rete fino all’Antognano, dove si trova la zona critica per l’acqua.

“Il nostro auspicio è che la Regione Liguria possa portare a termine l’iter amministrativo autorizzativo in circa un mese”, commenta Parodi, “in ogni caso, quanto abbiamo ottenuto dimostra l’impegno della nostra Amministrazione nei riguardi degli interessi del territorio, e l’attenzione costante verso la realtà dell’agricoltura, settore fondamentale per l’economia ingauna”.

Il progetto prevede ancora successivi lotti di lavori che coprano l’intera zona di San Giorgio, quindi ulteriori stralci serviranno per la risistemazione e in parte per il rifacimento della rete acquedottistica della frazione di Salea e di altre zone, la quale è inadeguata e causa perdite elevate. “Nel 2007, chi ci ha preceduto aveva inviato una semplice lettera per richiedere l’inserimento dell’acquedotto irriguo di Albenga nel piano irriguo nazionale, per 5,5 milioni di euro, senza però presentare alcun progetto. Nel 2008, la Regione chiese integrazioni al Comune, purtroppo mai inviate. L’anno successivo, nuovamente, la Regione chiese tali documenti, mai prodotti, cosa che causò la perdita di ogni possibilità di finanziamento a fondo perduto. La nostra Amministrazione, insediatasi lo scorso aprile, ha già realizzato il fascicolo aziendale, presentato il progetto complessivo preliminare della rete, e presentato i progetti degli stralci per cui sono stati richiesti finanziamenti: direi che le differenze siano evidenti”.

L’altro finanziamento riguarda i rischi alluvionali per calamità naturali. Sempre nell’ambito del PSR, l’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Albenga ha presentato domanda per 1 milione e 875 mila euro, finanziati all’80%, di cui 1 milione e 500 mila euro a carico dell’Unione Europea, 375 mila a carico del Comune di Albenga. Tali interventi, previsti dal progetto, sono localizzati in alcuni punti critici della zona di Levante, verso il confine con Ceriale, San Giorgio Prato Grande, Campochiesa, più alcuni altri interventi secondari. “È nostra intenzione intervenire nei punti critici, in modo”, dichiara l’Assessore all’Agricoltura, “così da non causare lo spostamento del problema altrove”.

Il pomeriggio di Giovedì 17 Febbraio, entrambi i progetti – regimazione delle acque e acquedotto irriguo – saranno illustrati dall’Assessore Parodi alle diverse organizzazioni e a tutto il mondo agricolo del territorio, nel corso di una seduta del Tavolo Verde dell’Agricoltura, occasione nella quale sarà effettuata una valutazione complessiva della recente esperienza della IPM Essen, che per la prima volta ha visto la partecipazione del Comune di Albenga con uno stand, al fine di migliorare l’offerta per gli anni a venire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.