IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni Alassio, nessuna spaccatura nel Pd: “Solo sproloqui di esaltati”

Alassio. Uno “sproloquio” da parte di personaggi in cerca di notorietà e che non rappresenta minimamente il pensiero del partito. La precisazione arriva da una nota ufficiale del Pd alassino che prende le distanze dalle dichiarazioni rese nei giorni scorsi da chi, firmandosi sotto la sigla “Comitato Lista Pd”, ha apertamente criticato la strategia del partito di centrosinistra in vista delle prossime comunali alassine.

“La promozione di una ‘Grande Alleanza’ è un’ipotesi che il Direttivo del PD di Alassio ha analizzato e votato all’unanimità – di legge nella nota Pd – Quanto dichiarato dal cosiddetto ‘Comitato Lista Pd’ corrisponde quindi a totali e pure invenzione e falsità, in sintesi trattasi di sproloquio di un personaggio in cerca di notorietà. Il Comitato in questione è un’iniziativa totalmente esterna al PD stesso. Il ragionier Bugelli, ‘presidente’ del Comitato, ovvero di se stesso, e sedicente ex-esponente della Democrazia Cristiana Ligure, nelle occasioni in cui è stato invitato al confronto si è sempre e solo autocandidato a sindaco, autodefinendosi ‘il migliore’ e millantando moltitudini di seguaci, ad oggi sconosciuti. Al ragionier Bugelli è stato anche pazientemente spiegato che l’utilizzo del simbolo e del nome del PD sono soggetti a regole ed è stato bonariamente diffidato dal continuare a farlo non avendone nessuna titolarità”.

“L’attività politica, a livello locale come a livello nazionale, va svolta, a nostro avviso, in maniera seria – si legge ancora nella nota – Questo è quello che cerca di fare il Circolo PD di Alassio. Non ci è possibile nessun tipo di relazione con chi, senza il minimo senso del pudore, dichiara falsità e autoincensandosi rende evidente la sua totale inadeguatezza. Purtroppo questo tipo di atteggiamenti sono la conseguenza del progressivo allontanamento della politica dal concetto di meritocrazia: l’abitudine a vedere ‘soubrettes’ sugli scranni di Parlamenti e Parlamentini produce in molti la convinzione di valere, senza doverlo dimostrare. Non è così per il Circolo PD di Alassio. La costruzione della ‘Grande Alleanza’ resta l’obiettivo primario. Se non sarà possibile, sarà Lista PD e sarà sicuramente, sia chiaro, senza Bugelli. Non seguiranno altri interventi da parte nostra su questo tema, non ritenendolo meritevole di ulteriori aggiornamenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Comitato Promotore Lista PD Alassio
    Scritto da Comitato Promotore Lista PD Alassio

    Solo insulti, offese e volgarita’ da chi non e’ piu’ in grado di giustificare posizioni politiche assurde.

    Solo insulti e offese da chi e’ incapace di un confrontarsi in modo democratico formale e serio; da chi pretende un circolo di pecore che siano sempre pronte ad avallare decisioni di altri; da chi dovrebbe dimettersi dall’organo amministrativo del Circolo di Alassio per comprovate incapacità, avendo sbagliato per la seconda volta la linea politica, prima sostenendo un’improbabile alleanza con Galtieri che -come volevasi dimostrare- si candidera’ con il PDL e poi per volere a tutti i costi sostenere un’alleanza innaturale con la lista di Avogadro, cosa che non e’ assolutamente gradita alla base del partito e degli altri militanti del centro-sinistra che ci sostiengono nella ns. battaglia per la chiarezza e la trasparenza delle scelte.

    Suggeriamo a queste persone che stanno manipolando il Circolo di Alassio, che hanno tradito la fiducia dei loro elettori nel direttivo e che sono incapaci di un confronto democratico, formale e serio, di iscriversi al partito di Avogadro, cosi’ la’ possono farsi menare per naso senza nauseare, con i loro bidoni, gli elettori del centro-sinistra.

  2. Scritto da mrb

    Mi chiedo perchè esista il PD ad Alassio………potrebbero iscriversi direttamente al partito di Avogadro la cosa avrebbe più senso e creerebbe meno malintesi……..
    agli elettori della sinistra piace Avogadro???
    agli elettori ex-leghisti di Avogadro piace questo apparentamento col PD?????
    non riesco a capire se tutto questo porti ad un vantaggio per i due schieramenti,
    sono stupito come un grande partito nazionale ammetta francamente di non essere in grado di presentare propri candidati e soprattutto goda nel distruggere pubblicamente i nomi nuovi che militano in esso………se la novità politica portata dal PD alassino è questa……
    povero Avogadro…..