IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Disordini al comizio di Berlusconi, altro rinvio ma difensori fiduciosi: un manifestante è già stato assolto

Savona. Si sarebbe dovuto aprire questa mattina, in Tribunale a Savona, il dibattimento del processo per i tafferugli scoppiati l’8 aprile 2008, in piazza Sisto Quarto, prima del comizio di Silvio Berlusconi. Sul banco degli imputati sono seduti in dodici: Gianmaria Pace, Marco Lima, Giulio Minuto, Matteo Caffieri, Matteo Lima, Luigi Rebagliati, Massimiliano Seghesio, Noemi Cauteruccio, Jago De Lucis, Simone Interlandi, Patrick Martini ed Emanuele Olivieri.

I ragazzi, tutti di età compresa tra i 21 ed i 26 anni, devono rispondere dell’accusa di di aver organizzato una riunione in luogo pubblico senza il richiesto preavviso al questore, di turbativa di una riunione di propaganda elettorale (con l’aggravante di essere in numero superiore a cinque) e di non aver obbedito all’ordine di disperdersi, impartito dal responsabile dell’ordine pubblico in piazza.

In aula stamane era tutto pronto per l’inizio della fase del dibattimento: c’erano gli imputati, i testimoni (due agenti della Digos), gli avvocati pronti a mettere in campo la loro linea difensiva e c’era perfino uno schermo sul quale si sarebbe dovuto visionare il video dei tafferugli scoppiati quel giorno. A far slittare l’inizio del processo è stato però, ancora una volta, un impedimento “burocratici” (nello specifico un difetto di notifica che ha impedito ad uno degli imputati di ricevere nei tempi previsti la convocazione per il procedimento).

Il giudice quindi non ha potuto fare altro che fissare una nuova data di udienza. Il processo, salvo sorprese, si aprirà il prossimo 9 maggio quando saranno sentiti i due agenti e in aula sarà visionato il filmato girato dalla Digos che riprende il momento in cui il gruppo di manifestanti fu caricato. Secondo il quadro accusatorio i ragazzi avrebbero urlato slogan contro alcuni candidati saliti sul palco per intrattenere il pubblico in attesa dell’arrivo di Silvio Berlusconi.

Per uno degli imputati, Gianmaria Pace, l’accusa è anche di violenza a pubblico ufficiale, mentre altri quattro degli imputati (Marco e Matteo Lima, Caffieri, Minuto) inoltre sono accusati di aver indossato sul volto un naso finto (da Pinocchio) che ne rendeva difficoltoso il riconoscimento.

Al termine dell’udienza odierna l’avvocato Franco Aglietto, che assiste Pace, ha voluto precisare: “Un giudice del tribunale di Savona (la dottoressa De Dominicis ndr) ha già esaminato questo caso. Un tredicesimo manifestante che era stato identificato in seguito e, di conseguenza, processato a parte è stato infatti già assolto dalle stesse accuse ‘perchè il fatto non sussiste’. Per questa ragione nella prossima udienza consegnerò al giudice questa sentenza che è già passata in giudicato”.

“Dopo aver visto lo stesso video che sarà visionato in questo procedimento il giudice aveva ritenuto di assolvere l’imputato. Mi auguro che anche stavolta si possa arrivare a questa conclusione, ma non vedo come potrebbe accadere diversamente. Nel filmato si vedono i ragazzi che manifestano e poi gli agenti in tenuta anti sommossa che ricevono l’ordine di ‘caricare’ e li colpiscono con scudi e manganelli” conclude l’avvocato Aglietto.

E’ evidente che l’assoluzione del tredicesimo “contestatore” di Berlusconi (Marco Manunta) rappresenta per tutti un’importante precedente. La speranza dei legali degli imputati è quella di poter arrivare allo stesso verdetto anche in questo processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da francone

    Ho le lacrime agli occhi….ma non ce l’avevano il legittimo impedimento codesti?

  2. Scritto da freeholly9

    riunione in luogo pubblico?ma stiamo scherzando??????