IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Condanna Don Lu, Vescovo Oliveri: “Resto convinto della sua innocenza”

Albenga. “Non diamo alcun giudizio alla sentenza perché non abbiamo potuto vedere ancora le motivazioni. Ovviamente accogliamo la sentenza con grande dispiacere. Rimango della convinzione che don Luciano non si sia macchiato di questo crimine. Ovviamente si continuerà a fare quanto possibile per arrivare a conoscere pienamente i fatti, come ad esempio il ricorso in appello”. E’ questo il commento di monsignor Mario Oliveri, vescovo della diocesi di Albenga, sulla condanna a 7 anni e 8 mesi di reclusione per don Luciano Massaferro.

Il parroco di Alassio è attualmente agli arresti domiciliari in attesa del processo di secondo grado. I suoi legali, gli avvocati Mauro Ronco e Alessandro Chirivì, infatti, dopo essere stati a colloquio con lui, hanno già preannunciato che faranno ricorso in Appello contro la sentenza emessa ieri in tribunale a Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Pur essendo uno dei miei “capi” dissento e mi distanzio da una affermazione che suona come inopportuna e sconveniente oltre che lievemente svilente dell’operato della Magistratura per non dire …delegittimante. Avrebbe potuto risparmiarsela.
    A che serve infervorare gli animi dei fedeli suggestionabili e porti in maniera così distante da cio’ che rappresenta la legalità nel mondo civile. Dice bene Pirata; un indagine parallela della Chiesa sarebbe stata auspicabile e quanto mai utile per mostrare un attreggiamento che una grossa parte del mondo civile si aspetta dalla Chiesa su tale scottante tema.

  2. Scritto da mrb

    Conoscendo il nonno della bambina così come luciano(minuscolo e senza il don) gli mando i miei complimenti perchè saputo l’esito del colloquio con le neuropsichiatre infantili del Gaslini(rinomato in Europa per la sua Professionalità nella medicina infantile) è riuscito a mantenere il controllo e la dignità…….. dimostrandosi del tutto superiore alla comunità ecclesiastica del, spero, ex don che è stata eccellente nel denigrare e offendere la madre della bambina(chiaramente solo nei ciati e non nei deliri scritti nel loro facebook ove il contradittorio è bandito, manco fossero maomettani) alla quale, non dimentichiamocelo, sono stati negati il catechismo e la comunione sul territorio di Alassio(in questo caso dovrei scrivere in minuscolo pure questo)…………..
    il Dio che invocano giudicherà prima o poi anche il loro di comportamento che non ha nulla a che fare con i principi del Cristianesimo che mi sono stati insegnati dal Monsignor Ferrari e da Don Enrico…….altra pasta di uomini………

  3. Giudice
    Scritto da Giudice

    ALMENO IL BUON SENSO DI TACERE….. Ma è possibile che manchi anche questo?!

  4. Sally De Vasquez
    Scritto da Sally De Vasquez

    non posso parlare,mi è venuta la nausea….

  5. pirata
    Scritto da pirata

    La chiesa dovrebbe affrettarsi a effettuare un’indagine interna, invece che far parlare il vescovo di Albenga che neppure si mostra dispiaciuto per quello che è stato fatto passare alla bambina!!!