IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni, Zanardi prepara una lista: per Savona un candidato sindaco omosessuale

Savona. Un candidato sindaco omossessuale per espugnare Palazzo Sisto. La corsa elettorale annovera un altro concorrente in vista della tornata di primavera: il “grande accusatore” della Diocesi di Savona, Francesco Zanardi, infatti sembra essere deciso a non occuparsi solo della sua battaglia contro i preti pedofili, ma anche di politica. “In questi giorni, io e altri savonesi, stiamo cercando di preparare una lista indipendente, da presentare alle prossime elezioni comunali di Savona” ha annunciato a sorpresa Zanard

“La lista – spiega l’omosessuale savonese – sarà composta da volti nuovi della politica e vorrà raccogliere il consenso di tutti coloro che oramai hanno rinunciato ad esprimersi col voto perché vedono una politica piatta, priva di confronto e piena di polemica, una politica che non li rappresenta più, che non riesce ad occuparsi del sociale, degli anziani, del turismo e così facendo crea malessere a tutti partendo dai giovani e dal lavoro. Pensiamo che Savona possa trarre delle ottime risorse investendo nel sociale, con l’aiuto del sociale”.

Di certo la notizia, se la lista si rivelerà concreta, è destinata a far parlare e potrebbe anche rompere gli equilibri della scena politica savonese. Adesso, per capirne di più, non resta che aspettare il momento in cui la lista di cui parla Zanardi si trasformerà in realtà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nicolettina

    Io, invece, penso che l’idea gli sia venuta “strada facendo” e che non l’avesse dall’inizio.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Nel percorrere una strada nuova capita di rendersi conto che quella strada e’ senza sbocchi o porta in direzioni sbagliate ….

    che fare …. si va’ avanti all’infinito o ci si decide a trovare uno spiazzo per girare e ritornare indietro?

    Io credo sia sempre saggio tornare indietro ed evitare di ripercorrere nel futuro quella strada sbagliata.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    folgore@ :-))

  4. sampei29
    Scritto da sampei29

    Mi ricorda molto la parabola del buon Ciangherotti, strenuo difensore di diritti umani….

  5. folgore
    Scritto da folgore

    Grande hi-tech! Finalmente scopriamo cosa voleva Zanardi, non si fa niente per niente e mi pareva strano che ci si desse da fare solo per diritti e basta!
    Ora non gli manca niente, solo fare miracoli e poi il suo curriculum è completo!
    MA BASTA!