IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comunali Loano, Pavarino (Idv): “Pronti a correre da soli”

Loano. Sì ad una lista civica aperta a tutte le forze che vogliano mandare a casa l’attuale maggioranza a patto, però, che il progetto sia concreto e che i tempi per la formazione di essa non diventino “biblici”: se così fosse, si correrà da soli. L’aut aut arriva dall’Idv loanese, e dal coordinatore Pier Giorgio Pavarino, che fa sapere di essere aperto ad accordi allargati, ma nel contempo di avere già pronta una lista in grado di presentarsi da sola alle prossime comunali.

“Abbiamo incontrato più volte sia Elisabetta Garassini di ‘è Loano’ sia Lorenzo Gotti di ‘Masgè’ ma non siamo arrivati a decidere nulla di concreto – dice Pavarino – Se ne verrà fuori una lista di persone oneste e capaci ci uniremo al progetto, altrimenti il nostro circolo ha molte risorse giovani cui attingere per una lista che praticamente è già stata più che ipotizzata”.

Intanto, il direttivo di Savona IDV, per voce del consigliere regionale Quaini, il consigliere provinciale Caviglione e il segretario provinciale Tuvè, hanno nominato ad unanimità il Comitato Elettorale per il Ponente savonese: i responsabili Pier Giorgio Pavarino e Cosimo Melacca, che già da tempo stanno lavorando sul territorio con molti giovani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aurelio Bianchi

    E’ una dilettantesca tattica pre-elettorale.

    Alzare la voce per farsi garantire qualche sedia.

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    @Fisher . . . E MENO MALE CHE A PIETRA LIGURE QUESTA AMMINISTRAZIONE HA SPEZZATO I LEGAMI POCO TRASPARENTI E GLI AFFARI POCO CHIARI !! cementificazione forsennata, i “soliti quattro” costruttori al lavoro, cementificazione del Cantiere e la cementificazione del Santa Corona gli obiettivi “grossi” . . .la frottola della lista civica ormai è finita (chiedere a Carrara, Pedemonte, Palazzo & C.), e anche i pietresi adesso l’hanno capita . .

  3. Fisher
    Scritto da Fisher

    Condivido pienamente quanto afferma hi-teach sull’IDV, ma temo che in merito ai voti di preferenza all’interno di una lista civica abbia ragione james bond (sebbene su “qua” non vada l’accento).
    Molti elettori simpatizzanti dell’IDV metterebbero la croce sulla lista ma non sarebbero in grado di distinguere un candidato all’interno di una lista civica.
    Dovranno lavorare molto in visibilità se vorranno seguire questa strada maestra per vincere ed avere un rappresentante nell’Amministrazione Comunale. Pietra Ligure insegna: idee diverse possono incontrarsi su un terreno amministrativo e convergere per agire, spezzando legami poco trasparenti e affari poco chiari. Buona fortuna

  4. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …Grossa e pesante affermazione, quella di etichettare come “partito estremista” l’IDV. Forse un po’ estremista lo è…..SI OPPONE ESTREMAMENTE ALL’ILLEGALITA’ CHE ALTRI SURROGATI DI PARTITO VORREBBERO MANTENERE..!
    Riduttivo e goffo tentativo di screditare chi si batte per smascherare i post-craxiani.
    L’IDV resta un ottimo antidoto per fenomeni border-line della legalita, invece, come i buffi omini verdi. Spero che l’IDV possa attingere voti e consensi soprattutto dal serbatoio dei legaioli.

  5. james bond
    Scritto da james bond

    il problema della sinistra è che partiti estremisti come l’idv non tolgono un voto agli avversari ma “mangiano” solo preferenze al PD… poi a livello locale sarebbe bello sentire qualche proposta di questo Pavarino etc… letto così pare solo un articolo fatto per ottenere un po di visibilità e di potere contrattuale nelle trattative con il PD…
    Secondo me sto quà di voti di preferenza ne prende pochi pochi… e considerando il sistema elettorale maggioritario, dove non ha il “traino” del logo IDV, il suo nome, disperso tra gli altri di una lista di sinistra mascherata da civica, non lo vota nessuno solo perchè è dell’IDV. Lo vedo male male…