IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Colpo al Bingo di Loano, salgono a 8 gli arresti: ecco come agiva la banda (fotoservizio) foto

Loano. Con le monete sottratte al Bingo di Loano, nel corso del colpo messo a segno il 27 novembre 2010, avevano addirittura pagato il conto dell’hotel in cui avevano soggiornato, oltre a saldare, con gli stessi soldi illeciti, una multa rimediata per aver parcheggiato in una zona vietata della cittadina rivierasca. Proprio da quel furto, però, sono scattate le indagini dei carabinieri di Albenga che hanno portato all’individuazione della banda, composta da 8 persone, responsabile di tre furti (4mila euro rubati al Bingo di Loano, 35mila euro al “Millennium Games” di Pavia il 15 dicembre 2010, 68mila euro al negozio elettronica “Darty” di Voghera) e di un tentato furto (lo scorso 12 gennaio a Beinasco, nel Torinese, dove fu fermato uno dei componenti) nell’area del Nord Ovest.

A seguito del colpo messo a segno presso la sala giochi loanese, che ha dato il nome all’operazione “Bingo”, i militari avevano rinvenuto un giubbotto con all’interno la carta di identità di uno di loro: di qui si è risaliti all’albergo loanese dove i ladri avevano soggiornato e di qui è partita l’operazione che poche ore fa, dopo l’arresto di 7 persone, italiani e romeni, ha portato al fermo anche dell’ottavo malvivente, Alexander Emilian Bordum, classe 1987, proprio si preparava a mettere a segno un altro furto in un centro commerciale di Savigliano. I suoi “colleghi” sono: Soruel Bontoiu, 32 anni, detto “il Padrino”; Claudiu Barbu, 21, ribattezzato “il Francese”; George Boboc, 22, alias “Boboc”; Ion Popescu, 23, in arte “Poppe”; Vioren Bontoiu, 21, soprannominato “Ionut”; Angelo Vinciotti, 28 anni, altrimenti chiamato “Angi-angica”, e Titirica Gelu, 32, ovvero “Goe”.

I fermi sono avvenuti tutti tra Merene, nel Torinese, e Roma, anche se poi la banda colpiva principalmente nell’area del Torinese e, in generale, nel Nord Ovest. Per tutti l’accusa è di furto aggravato in concorso. Particolare del loro modus operandi era l’abilità nel disattivare il sistema di videosorveglianza dei vari esercizi commerciali presi di mira, grazie alla applicazione di un sensore che di fatto impediva la ripresa delle persone all’interno dei locali. Il denaro prelevato veniva subito smistato in Romania e sono in corso ulteriori accertamenti investigativi per risalire al ricettatore della banda già individuato grazie alle intercettazioni disposte per risalire all’ingente denaro contante frutto dei tre colpi.

A seguito delle perquisizioni, sono stati posti sotto sequestro vari attrezzi da scasso oltre ad elettrodomestici e prodotti elettronici rinvenuti nelle rispettive abitazioni di alcuni dei rumeni arrestati. I carabinieri, inoltre, non escludono che la banda possa essere responsabile anche di furti avvenuti nei mesi scorsi nell’Albenganese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giudice
    Scritto da Giudice

    Dimenticavo: un altro, ennesimo, plauso ai Carabinieri di Albenga che, con molti soldi in meno, sono riusciti a dimostrare la loro bravura anche oltre i “confini” di competenza.

  2. Giudice
    Scritto da Giudice

    Non mi importa il motivo per cui escono. L’importante è che NON escano.
    Ma avete letto?! Stiamo parlando di furti accertati per oltre 100,000 euro, che , tradotti in Romandia, creano richezza inimmaginabili , Il tutto sulle spalle e alla faccia di questa povera Italia.
    Speriamo paghino il loro conto con la giustzia fino alla fine, questa volta non in monetine, ma con sonanti anni di galera (anche se ho qualche dubbio in proposito) e che risarciscano le parti.

  3. sampei29
    Scritto da sampei29

    james bond
    guarda che i giudici applicano le leggi che i politici creano
    quando i delinquenti escono il giorno dopo lo fanno perchè godono degli sconti che la legge prevede ed il giudice è costretto a riconoscere, mica perchè vengono assolti!

  4. james bond
    Scritto da james bond

    ..una banda di abelinati… Vanno a rubare e ci lasciano i documenti… Arsenio Lupin si rivolterà nella tomba… :-)))
    Scherzi a parte… Complimenti ai carabinieri per aver tolto dalla circolazione sta banda di legere… Ora speriamo che qualche giudice non li liberi domani…

  5. cabraloca
    Scritto da Franco

    Banda composta da italiani e romeni ma questi ultimi mi sembrano in grande maggioranza…