IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Capo Santo Spirito, autobus: ad Alassio gli studenti trovano le porte chiuse

Alassio. Il bus anticipato per evitare ritardi agli studenti, anch’essi alle prese con il traffico a singhiozzo sull’Aurelia per il cantiere di Capo Santo Spirito, non funziona esattamente come era previsto. I maggiori disagi si registrano ad Alassio. Il mezzo della Tpl anticipato alle 6,50 rimane mezzo vuoto: soltanto in 40 hanno mostrato di volerlo utilizzare, a fronte di un’ottantina di posti e, anzi, per i primi due giorni ha viaggiato solo l’autista.

Al contrario, è invece preso d’assalto l’autobus successivo, quello delle 7,06, che essendo di ridotte dimensioni (proviene da Testico) non può sostenere l’affollamento, chiude le porte e lascia in strada gli studenti accalcati. L’anticipazione di un pullman era stata decisa di concerto dall’istituto “Falcone” di Loano e da Tpl Linea per consentire agli alunni ponentini di non arrivare a scuola a campanella già suonata, appunto per i ritardi del senso unico alternato tra Ceriale e Borghetto.

Tpl Linea ha già vagliato il problema di Alassio, monitorando l’inizio di questa sperimentazione: il bus anticipato è infatti per ora programmato per venti giorni. Ma ora – dicono da Tpl – “si assumeranno provvedimenti, se il rimedio è peggio del disagio iniziale”. Forse per la sonnolenza o forse per l’abitudine, gli studenti “boicottano” il bus più mattiniero, riversandosi per la maggior parte su quello successivo; con il risultato di una quarantina di ragazzi che non riescono a salire. Si prevedono quindi nuove riunioni al “Falcone” per ricalibrare le corse e questa volta, probabilmente, Tpl chiederà alla direzione didattica di essere più permessiva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Biagio MURGIA

    Ma siete propio degli AGUZZINI……..Come, volete far alzare una decina di minuti prima questi poveri studenti che si sacrificano sui libri tutti i giorni e tutte le notti????? Ma dove siamo?????
    Ma non sarebbe ora di dare una sterzata a tutto questo e che i genitori finalmente FACCIANO I GENITORI obbligando i loro figli ad alzarsi un po prima, visto il disagio e la problematica viaria???

  2. tata
    Scritto da tata

    eh ma poverini, si devono alzare BEN un quarto d’ora prima!!!!! Capite che è VERAMENTE TANTO per dei poveri adolescenti indolenti e sfaticati!!!! tanti calci in culo fino alla fermata del bus, non essere più permissivi a scuola. Ma dov’è finito il buon senso???????

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …piu’ che altro prenderei a calci nel sedere il direttore dei lavori che NON impone alla ditta di lavorare in nottturna, che non obbliga ad utilizzare SEMPRE i movieri (visto che non sono capaci a gestire i tempi dei semafori rispetto ai flussi di traffico di levante/ponente ), visto che spesso non si vede quella frenetica attività di chi dovrebbe essere consapevole di STAR ARRECANDO DISAGIO E DISSERVIZIO ALLA COLLETTIVITA’. Da prendere a calci ne sedere ci sarebbe anche chi non ha fatto il possibile per OTTENRE DALLA DIREZIONE DELL’A10 UNO SOCNTO ADEGUATO E NON UNA PRESA IN GIRO DEL 25% che di fatto non fa che aumentare gli introiti dell’AdF SULLE SPALLE DEGLI AUTOMOBILISTI. Ma si sa i politici sono degli artistri nel fare i “bulicci con il sedere degli altri” (cioè noi), facendo in questo caso anche bella figura… ! Altro che prendere a calci nel sedere gli studenti!!!!!!!
    Altri da prendere a calci: quello hce ha decisop che Ceriale deve attaccarsi al depuratore di Borghetto, mentre la naturale connessione AVREBBE DOVUTO AVVENIRE CON QUELLO DA REALIZZARSI A VILLANOVA.

  4. maina
    Scritto da maina

    “Tpl chiederà alla direzione didattica di essere più permessiva”…. permissiva ?!? ma io se fossi nella direzione didattica chiederei le giustificazioni per i ritardi visto che i mezzi ci sono e chiamerei i genitori a rapporto per “svegliare” i loro figli e insegnargli che alzarsi 1/2 ora prima al mattino è un piccolo sacrificio in confronto ai sacrifici che si fanno quotidianamente.

  5. fabryd
    Scritto da fabryd

    …o magari che i genitori prendessero a calci nel fondoschiena i figli che non si alzano dal letto?
    Qui da me in valbormida a causa della frana di murialdo gli studenti che vanno a cairo ora devono partire mezz’ora prima…