IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cantiere Capo Santo Spirito, sconto del 25% per transito in A10

Borghetto/Ceriale. Uno sconto del 25% per i transiti in A10 nel tratto tra Albenga-Borghetto Santo Spirito. E’ quanto deciso al termine del vertice presso la Regione Liguria al quale hanno preso parte l’assessore regionale Raffaella Paita, il presidente della Provincia Angelo Vaccarezza, i sindaci di Borghetto e Ceriale Santiago Vacca ed Ennio Fazio e Paolo Paganelli della Servizi Ambientali. All’incontro hanno assistito anche i consiglieri regionali del Savonese.

17 mila euro a testa le risorse stanziate da Regione e Provincia, oltre ai cinque mila di Servizi Ambientali e Comuni di Borghetto e Ceriale, mentre Autofiori ha dato una disponibilità di 50 mila euro. Così, grazie ai transiti agevolati, si spera di ridurre il disagio sulla via Aurelia provocato dal cantiere di Capo Santo Spirito in merito ai lavori per l’allacciamento di Ceriale al depuratore e la realizzazione della passerella pedonale.

Il senso unico alternato risulta difficilmente sopportabile dal flusso veicolare sulla tratta e per questo si è insistito per arrivare ad un accordo con Autofiori per incentivare gli automobilisti ad utilizzare l’autostrada, riducento le code ed i rallentamenti sulla via Aurelia. Quest’ultima tuttavia, dopo i primi rifiuti, rimane scettica sull’iniziativa che potrebbe creare un precedente per ogni problema di viabilità ordinaria. L’assessore Paita ha infatti annunciato che la Regione penserà ad una legge regionale per queste situazioni.

Nel corso della riunione sono state affrontate anche questioni tecniche per rendere operativo lo sconto per chi vorrà transitare a tariffa agevolata. Dal 10 febbraio sarà possibile ritirare il Telepass presso il centro Autofiori di Albenga. La stessa Autofiori ha dichiarato una sua disponibilità a prolungare la convenzione in caso che i tempi del cantiere sull’Aurelia di allunghino ulteriormente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Quoto Folgore. Chissà che in quest aleggina che auspichiamo non si abbia anche il coraggio di decretare l’inammissibilità dell’A10 entro la classificaizoe delle autostrade per insufficienti requisiti (3 corsie) …Sarebbe il caso che della cosa se ne occupasse qualche associazione di consumatori, rivolgendosi a qualche triubunale internazionale, se occorre!

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Automobilisti: sempre piu’ una categoria di tartassati.
    Ora, per far ingrassare AdF si impegnano tutti, NON ESIGENDO CIO’ CHE SAREBBE EQUO PRETENDERE.
    Re-inserisco il post alla luce della comunicazione della definizione dell’entità dello “sconto”:
    …Un bel ragionamento…! …Una logica ineccepibile….vista dalla parte della AdF!!!!!
    Si ammette che il nemero delle percorrenze, da quando sono iniziati i lavori, sia triplicato.
    Considerando l’esempio di percorrenza da Borghetto ad Albenga, il cui pedaggio ammonta a 1,60€ per autovettura, quindi, la società Adf ha avuto un aumento dei guadagni che le consentono di INCASSARE circa: n° 3.000 x 1.60= 4.800€ al dì, rispetto ai precedenti INCASSI di 1.600€ al giorno…
    Bene. Ora, lo zelante Vaccarezza ci viene a raccontare entusiasta che su questa tratta, POSSONO PRATICARE, FACENDO UNO SFORZO DA ERNIA STROZZATA, uno “sconto” del 25%. Cioè, il pedaggio ci costerebbe 1,20 MA….la società autostrade incasserà COMUNQUE 3.600€… CIOE’, INTASCHEREBBE COMUNQUE UN MAGGIOR INTROITO DI
    € 2.400 , RISPETTO A PRIMA!!!!!!!!!!!
    E non è finita, con la gabella del TELEPASS, avrebbero anche la possibilità di acchiappare clienti che sino ad oggi hanno sempre rifiutato l’ammenicolo elettronico, poco adatto ad un controllo della spesa personale.
    Vediamo, invece, sulla base dei dati forniti da Angelo, quale sarebbe la giusta percentuale di sconto praticabile:
    Prima “guadagnavano” 1.600€? OK ora ne dovranno guadagnare sempre 1.600€, quindi:
    3.000 x X= 1.600 X= 1.600/3.000= 0.5333 € , pari ad uno sconto DA APPLICARE all-utente pari al 66,87%.
    Il tutto ponendo come assiomatico (e molto discutibile (che la AdF non dbba rimetterci nemmeno un Euro…… Invece, abbiamo trovato la maniera di far guadagnare AdF e con essa anche gli azionisti….. Il tutto sulle spalle dei cittadini.
    Ma non finisce qui…:
    Facendo un po’ di previsioni, se a 1,60Euro vi transitavano circa 1000 auto a regime normale e 3000 dopo il guaio generato dai lavori per trasportare le deiezioni solide e licquide dei cerialesi (ma quanto rende questo sterco degli umani!) debbo immaginare che con la riduzione del pedaggio che Angelino si fregia di aver ottenuto, i veicoli potrebbero anche aumentare. Se immaginiamo che i transiti aumenteranno del 50% arriveremmo a 4.500 passaggi nella peggiore delle ipotesi. Quindi dobbiamo rivedere i calcoli:
    1.600Euro (l’intascamento pre-intoppo)/4.500=0,35Euro sarebbe la somma equa che potrebbero pretendere di pedaggio questi filantropi dell’AdF. Pari ad uno sconto CHE DOVREBBE ESSERE APPLICATO non del 25% bensi’ del…. 78,125%!!!!!!!!!!!
    Con questo sconto in perfetto stile “liberal-sicialista” avete dato un grosso “aiutino di Stato” anche ad AdF! Bravi.
    PS: …allarmante che abbiano anche dichiarato che se la offrissero gratis… si ..ceerebbe un precedente..!!!! Spero che sopravveng aun abella leggina regionale a tacitare queste inaccettabili situazioni. Una volta ancora il cittadino schiacciato!

  3. folgore
    Scritto da folgore

    Ma possibile che in u paese civile non ci sia un ente che tolga una volta per tutte la licenza all’autofiori, che attua estorsioni non giustificate dal servizio svolto???
    Ma l’antitrust i cui membri sono lauamente pagati cosa ci sta a fare?Per un’autostrada fuorilegge con due corsie, e un servizio pessimo paghiamo il doppio a km di qualsiasi altra tratta!
    ORA BASTA!

  4. sampei29
    Scritto da sampei29

    addirittura?

  5. IronMan
    Scritto da IronMan

    . . . ma se in tutto gli enti interessati (Regione, Provincia e Comuni coinvolti) sborsano 22mila euro, qual’è l’impegno dell’ Autofiori (che questi 22mila euro incassa)? Regione, Provincia e i Comuni di Ceriale e Borghetto sono azionisti nell’Autofiori: se non si riesce a “far sentire la propria voce nel CdA”, cosa ci stanno (ci stiamo) a fare ??