IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo: otto assemblee per otto luoghi-simbolo della città

Cairo M. Il Comune di Cairo organizza una serie di micro assemblee: otto per gli otto luoghi che fanno parte del programma d’intervento stilato dal sindaco da oggi fino al 2017, per dare un senso compiuto ai progetti messi in cantiere nei quattro anni di governo della città dell’amministrazione Briano.

Partiranno il 25 febbraio, e per otto venerdì consecutivi i cittadini cairesi s’incontreranno nei quartieri e nei luoghi per loro più significativi. Obiettivo: rinnovare e cambiare parlandone insieme, dai piccoli interventi alle operazioni più strutturate. Una settimana prima sarà spiegata nel dettaglio l’operazione recupero pezzo per pezzo della città: dal centro alla periferia, dalla piazzetta dimenticata al monumento storico da far risplendere. Piccoli interventi e operazioni più strutturate: tutto ciò fa parte del progetto che sta a cuore al sindaco per dare risposte ai bisogni dei cittadini che vivono la propria comunità di vicinato e per offrire nuovi scenari alla città.

Si partirà quindi il 25 febbraio da Rocchetta di Cairo, per poi proseguire nelle settimane successive al Centro Ragazzi di località Buglio, alla Polisportiva di Bragno, al Bocciodromo Comunale, al Cral di San Giuseppe, alla SOMS, all’ABF di Ferrania e, per finire, per i residenti del centro storico, presso il Palazzo Comunale venerdì 15 aprile. Questo ciclo di incontri prosegue la sperimentazione di un modo diverso di amministrare, che intende dare un’istantanea di alcune zone della città e provare a cambiarle, nel modo più partecipato possibile sul solco del lavoro fatto nel 2010 durante il progetto “Cairo Sarà”. E così, tra le altre cose, si parlerà del concorso di idee per piazza della Vittoria, la piazza principale della città che ha perso un po’ la sua anima e che pure nel Novecento è stata l’epicentro della crescita urbanistica e sociale del nostro paese, così come si parlerà degli altri quartieri, come ad esempio l’Oltrebormida, dove i bandi di alienazione della volumetria comunale stanno per dare alla luce la più importante operazione di riqualificazione immobiliare di un quartiere cairese.

Questi incontri saranno l’occasione per parlare anche dell’avvio dei processi per giungere all’approvazione del nuovo PUC comunale che deve portare ad una omogeneizzazione dello sviluppo dei centri edificati “senza un metro quadrato di volumi in più”, per presentare a Bragno il progetto di copertura dei parchi carbone e, ci si augura, per annunciare e presentare a Ferrania il piano di sviluppo urbanistico delle nuove aree industriali di Ferrania Technologies.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.