IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Burlando a Varazze per danni alluvionali: comitato istituzionale per riparto risarcimenti (foto) foto

Varazze. Il comitato istituzionale presieduto dal governatore regionale Burlando, commissario straordinario per l’emergenza alluvionale, darà la risposta sulla ripartizione dei fondi. “Non credo saranno necessarie ordinanze di protezione civile, o se sarà fatta avverrà su nostra indicazione” ha sottolineato questa mattina lo stesso Burlando, indicando che la procedurà sarà più spedita potendo bypassare i passaggi burocratici seguiti dai precedenti 10 milioni di euro. Gli attuali 90 milioni destinati ai territori liguri flagellati dal maltempo attendono l’approvazione parlamentare del Milleproroghe.

“Ma oggi mi sento più sollevato” afferma Giovanni Delfino, primo cittadino di Varazze, oggi con il presidente della Regione, l’assessore regionale Renata Briano, il presidente provinciale Angelo Vaccarezza e il vicesindaco varazzino Andrea Valle.

Al tour sui luoghi funestati dal nubifragio hanno partecipato anche i tecnici dell’ente provinciale e della protezione civile. “Il presidente Burlando ha potuto constatare la delicata situazione che persiste a Casanova e si è fatto un’idea precisa sull’emergenza, così anche nella zona di Pero, Piani d’Ivrea e nelle altre frazioni collinari. Ci sono ancora, inoltre, una ventina di rii sui quali è necessario intervenire, oltre a Casanova, e si tratta di interventi che comunque devono essere annoverati tra le priorità” ha detto il sindaco Delfino.

Gli enti locali, alla luce dello stanziamento di fondi per le zone liguri colpite, hanno voluto fare il punto sulla situazione in vista di quella che sarà la ripartizione dei fondi e quindi le priorità sul fronte degli interventi necessari per il territorio varazzino. Burlando ha annunciato che la prossima settimana sarà operativo il comitato istituzionale presieduto dallo stesso governatore ligure, che dovrà mettere assieme tutti i Comuni e i territori danneggiati, stabilendo così il cronoprogramma sull’assegnazione dei primi fondi e di conseguenza delle  opere più urgenti da realizzare.

Il presidente della Regione è rimasto stupito della grave situazione di Casanova e ha detto che gli interventi di messa in sicurezza, oltre alle azioni sulla strada provinciale che incrocia Casanova, saranno senz’altro una priorità sul fronte dell’assegnazione dei fondi. “Sono rimasto molto impressionato dalla dignità con cui le persone, anche chi ha perso addirittura la casa, mi hanno parlato dei danni subiti e delle loro difficoltà”, ha detto Burlando. Al momento, nel Comune di Varazze, sono 18 le persone tutt’ora fuori dalla propria abitazione. “È chiaro che ci sono casi in cui sarà indispensabile intervenire immediatamente, anche ipotizzando di anticipare i soldi”, ha continuato Burlando. “Ho chiesto agli uffici regionali di attivarsi per fornire da subito almeno i tecnici che, già la settimana prossima, potrebbero essere messi a disposizione per i rilievi tecnici”.

Burlando è anche intervenuto sulla questione politica, commentando le dichiarazioni del Pdl sul “merito” dei risarcimenti: “Il ruolo dell’opposizione criticato dai parlamentari del Pdl non ha significato, perché il merito di questi fondi è di tutti e la Regione Liguria si è sempre impegnata per il loro recupero. E’ un’inutile polemica politica”.

Sull’assegnazione dei fondi, Burlando ha dato “ampia garanzia” al sindaco Delfino su urgenze e priorità, e ha detto di augurarsi “una giusta ripartizione sulla base di un accordo condiviso con tutti. Non ci saranno territori di serie A e di serie B”.

Il presidente della Provincia, Vaccarezza, ha osservato: “La situazione varazzina è prioritaria e sarà uno dei primi interventi. Bisogna ricostruire in modo tale che quando piove non ci siano rischi. Per questo ci vuole massimo impegno sulla canalizzazione delle acque e sulle azioni per contenere i pericoli idrogeologici. Inoltre per la strada provinciale qui a Casanova servono almeno tre interventi. Sarà necessario utilizzare subito i primi 40 mln di euro, e la Provincia potrà intanto mettere a bilancio le opere a suo carico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.