IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, parcheggi pubblici: tariffe agevolate, “bonus” di mezz’ora e “card” prepagate

Albenga si prepara a rivoluzionare il proprio sistema di gestione dei parcheggi pubblici. La Giunta Comunale, in una delle sue più recenti sedute, ha dato approvato la delibera relativa sulle nuove aree destinate a parcheggio subordinato a pagamento da riscuotere mediante dispositivo di controllo di durata della sosta e delle relative modalità di gestione”, un salto di qualità nella gestione dei parcheggi, che introduce alcune innovazioni importanti quali nuove zone di sosta subordinata a pagamento, tariffe agevolate per i residenti, un “bonus” di mezz’ora giornaliera di sosta gratuita a tutti gli utenti, la possibilità di distribuire apposite card ricaricabili a tariffe agevolate.

Tra gli obiettivi del provvedimento, ampliare le zone di sosta subordinata al pagamento, di armonizzare tutte le aree interessate dal maggior passaggio di veicoli, garantendo un frequente avvicendamento dei veicoli in sosta in zone considerate nevralgiche; agevolare i residenti ed i commercianti attraverso la creazione di nuove zone di parcheggio, con le quali rendere fruibili quei siti che attualmente risultano poco frequentati, quali le zone concentriche al Centro Storico cittadino o le zone limitrofe ai centri commerciali, garantendo una buona rotazione dei veicoli in sosta; garantire un buon avvicendamento dei veicoli in sosta nella zona mare nel periodo estivo, sia per facilitare l’accesso al litorale, sia per analogia gestionale con gli altri comuni costieri.

È stata avviata apposita procedura di individuazione del contraente per la gestione delle zone di sosta subordinata al pagamento e, nel prossimo futuro, entreranno in vigore le nuove disposizioni inserite nella delibera di Giunta. Queste le zone di sosta a pagamento previste dall’ente comunale: Piazza Petrarca (43 stalli); Via Trieste (24); Viale Martiri della libertà (25); Viale dei Mille (31); Viale Liguria (35); Piazza Pietro Nenni (33); Piazza Matteotti (lato ponente rispetto all’ingresso della stazione ferroviaria, 25); Via Papa Giovanni XXIII (tratto compreso tra Via Isonzo e Via Vittorio Veneto, 30); Lungomare Cristoforo Colombo (25); Lungomare Andrea Doria (25); Viale Che Guevara (25); Piazza Trincheri e Piazza del Popolo (controviale e zona fronti stante ex ospedale, 25); Via Leonardo Da Vinci (20); Piazza Caduti di Nassiriya (25), per un totale di circa 400 parcheggi “blu” rispetto ai 243 attuali. Le tariffe della sosta in zona regolata avranno il costo orario di 1,00 euro, con possibilità di frazionamento in 30 minuti (0,50 euro) e tariffa agevolata a 0,80 euro orari per residenti muniti di specifica tessera magnetica. La prima mezz’ora giornaliera di sosta sarà gratuita per tutti gli utenti, sia residenti che non residenti e, novità assoluta per la Città di Albenga, saranno distribuite fino a 100 card ricaricabili per esercenti, alla tariffa agevolata di 0,80 euro/h, da distribuire ai propri clienti.

Le zone di sosta a pagamento saranno attive nei periodi, giorni e orari dettagliati di seguito: dalle ore 08.00 alle ore 20.00, dal Lunedì alla Domenica, limitatamente al periodo estivo (dal 15 Maggio al 15 Settembre) di ogni anno su Lungomare Cristoforo Colombo, Lungomare Andrea Doria, Viale Che Guevara; dalle ore 08.00 alle ore 20.00, dal Lunedì alla Domenica, per tutto l’arco dell’anno, in Piazza Caduti di Nassiriya; dalle ore 08.00 alle ore 20.00, dal Lunedì al Sabato, per tutto l’arco dell’anno, le rimanenti zone.

“Nonostante i problemi di bilancio che abbiamo ereditato, dovuti agli indebitamenti degli anni passati che continuiamo a pagare ancora oggi, è nostra intenzione dare un’agevolazione ai residenti, riducendo loro la tariffa di 0.20 euro”, dichiara Diego Distilo, Assessore alla Viabilità del Comune di Albenga.

“Abbiamo inoltre deciso di lanciare l’idea della ‘spesa veloce’, istituendo la prima mezzora gratuita, con l’auspicio che i cittadini usufruiscano sempre più dei servizi e degli esercizi commerciali del centro cittadino. Le nuove zone di sosta sono state studiate e valutate con molta cautela, non tralasciando le esigenze di vigilanza e, nel caso della zona mare, adeguandoci a tutte le altre realtà costiere della Riviera, della Provincia e della Regione. Non si tratta di una mia iniziativa personale: si tratta di un provvedimento che ha trovato parere unanimemente favorevole da parte di tutta l’Amministrazione e della maggioranza, e siamo certi che la Città e gli utenti ne apprezzeranno i benefici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    INFATTI! …mi pare che i dilettanti allo sbaraglio stiano tornando sui loro passi…:-)
    MUgugno@ grazie per il complimento rivoltomi di “equilibratro” anche se mi pare che sia stato rivolto in tono ironico. Non ho mai detto di essere equilibrato…. Ma non mi sento nemmeno squilibrato solo perchè non lòa penso come te! Non hai torto a proposito dei parcheggi e ritengo che quelli liberi , anche a Pietra Ligure (così come a Loano, Finale, etc.), siano pochi. Nel caso che citi, i parcheggione dell’ex campo sportivo ocstituisce il “lasciapassare” all’esistenza di così tanti parcheggi a pagamento in centro e la cosa, ne convengo, è assai fastidiosa. (con questo post ho mostrato qualche segno di equilibrio.??!!… :-)) PS: sono così “squilibrato” che ho pure apposto il “mi piace” sul tuo pulsante…facendo alzare di un punto il tuo indicde di gradimento…. !!!! :-) Ciao.
    Oggi mi sento magnanimo..: sono costretto a dar ragione anche al Bandito!!! Lui@ non è la prima volta che nel decantare la “granMIlan” traspare quella leggera, (per noi liguri , anche un po’ insolente) e pungente ironia se no non addirittura aperta critica verso la Liguria e cio’ che vi si trova…. Vedi, … non è bello che l’ospite vada a criticare la casa d’altri… Siamo davvero permalosi e un po’ musoni ma questo dà verametne fastidio. La penso così in maniera deprecabilmente e ottusamente integralista. MI spiace.
    Sul tema parcheggi: ma se almeno i Comuni introitassero qualcosa da questi appalti..!!!! ..invece, è quasi tutto beneficio dei furboni che gestiscono il SUOLO PUBBLICO. Ma aspettate…. aspettate….quando arriverà il vero feudalesimo fiscale comunale ne vedrem delle belle col le tasse inique e strumentali. I comuni, per sopravvivere dovranno inventarsi l’impossibile per far quadrare i bilanci..Le anticipazioni della “punizione globale” che il feudalesimo rappresenterà , voluto dagli aerofagi omini verdi… le possiamo già scorgere nel decretino dei loro fiancheggiatori che io chiamo “mille-truffe”. Auguri a tutti noi.

  2. il cavaliere
    Scritto da il cavaliere

    @Bandito.
    Scusami se non ho potuto darti una risposta prima.
    Io citavo il servizio delle Iene e puntualmente l’ amministarzione comunale ha fatto retromarcia con tanto di articolo sui giornali.
    Mi auguro che le cose si facciano per il bene comune ma nel rispetto delle leggi.

  3. Bandito
    Scritto da Bandito

    Te ne vai, Lui, buon viaggio, torna nella tua civile Milano così non ti lamenterai più dei servizi, delle spiagge e della cortesia dei liguri, e non starai più a prendere in giro i servi della gleba che non possono permettersi appartamenti o garage e che quindi non hanno diritti, forse non lo sai, ma le tasse comunali le pagano i residenti, mi sembra giusto che abbiano dei vantaggi sui foresti.

  4. Scritto da GSXR

    ottima idea quella di tartassare i residenti … Obblighiamoli a comprare un box da 30 40 mila euro per metterci una macchina che ne vale magari un decimo … E magari facciamo anche qualche taglio in più sui già penosi servizi pubblici di trasporto aumentandone anche le tariffe attuali inaffrontabili … Mettiamoci nei panni delle persone normali che ogni mese fanno fatica a far quadrare il bilancio di una famiglia con magari 1000 euro o poco più a disposizione prima di pensare soluzioni assurde …

  5. Bandito
    Scritto da Bandito

    Tra l’altro, proprio noi che viviamo in riviera dovremmo essere sostenitori dei parcheggi a pagamento, altrimenti d’estate i nostri amati turisti, che vengono a portarci i soldi, piazzerebbero la macchina in sosta ovunque e non la muoverebbero più per mesi, con il risultato che noi non avremmo più modo di parcheggiare, grazie al ticket almeno si garantisce la rotazione, e se mezz’ora è gratis uno che ha da fare una commissione troverebbe posto e nemmeno pagherebbe, o al peggio spenderebbe uno o due euro per la comodità di sostare vicino al negozio dove vuole andare.
    Per fortuna la cosa non mi riguarda, io d’estate la macchina nemmeno la accendo, vado solo in moto, ma a volte vorrei veramente veder togliere tutti gli stalli a pagamento per godermi la disperazione degli automaniaci che non riuscirebbero nemmeno più ad andare al bar a prendere l’aperitivo, figuriamoci a lavorare, ed i negozianti che perderebbero tutti i clienti, visto che non riuscendo a parcheggiare andrebbero altrove. Io mi ricordo che a Savona circa 10 anni fa avevano tolto tutti i posti a pagamento sostituendoli con zone disco, probabilmente è stato l’anno peggiore per le soste in centro, mentre adesso che hanno rimesso le strisce blu si riesce a parcheggiare a tutte le ore ed in tutte le vie, se si ha un po’ di pazienza.