IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, accorpamento Medie. I genitori: “Dubbi sugli standard di sicurezza”

Albenga. Da poco più di 200 alunni a quota 570, con tutti i problemi connessi ad un aumento così importante di studenti accorpati in un unico plesso scolastico: dal rischio di classi sovrappopolate alla necessità di adeguare l’edificio agli standard di sicurezza. Tutti dubbi, questi, che hanno portato i genitori dei ragazzi delle scuole medie Dante Alighieri – interessati dallo spostamento all’istituto Mameli di via Degli Orti – a chiedere chiarimenti a Preside e amministrazione comunale, artefice del progetto.

“Ieri si è svolto un incontro con i tecnici del Comune che hanno pensato a questa soluzione e con il preside Tommaso Berruti i quali, di fronte alle nostre domande, ci hanno fornito garanzie che dovrebbero ribadire pubblicamente anche questa sera nell’incontro previsto al cinema Ambra – dice Federica Lantero del Comitato Genitori – La nostra prima paura era quella del rischio dello smantellamento delle classi: ci è stato assicurato, però, che questo non è possibile, anche perchè la legge lo vieta. Poi, c’è il problema-sicurezza: il raddoppio del numero degli alunni nello stesso edificio comporta la necessità di adeguare gli standard di sicurezza: alle Dante Alighieri, ad esempio, abbiamo 4 uscite diverse, alle Mameli, invece, una sola. Di qui le rassicurazioni relative alla creazione di nuovi ingressi/uscite. Abbiamo però dei dubbi non tanto per le aule, che sembrerebbero a norma, quanto per gli spazi comuni che non sarebbero sicuri, al punto che sarebbe stata ventilata l’ipotesi di intervalli frazionati: il che non sarebbe certo una soluzione ottimale”.

“Questo accorpamento, ci hanno spiegato, è dovuto ai tagli: ci sono ‘tot’ insegnanti e ‘tot’ personale, mentre gli alunni, ad oggi, sono sparsi tra Albenga, Ceriale, Ortovero e Leca D’Albenga: di qui la necessità di riunirli in un’unica struttura – spiega Lantero – Ora come ora siamo dispiaciuti di dover lasciare il plesso delle Paccini, ma se le motivazioni sono valide non ne faremo certo una questione di principio. Bisognerebbe però pensare anche ai problemi che questo trasferimento comporterebbe al traffico. Le auto che ora si fermano alle Paccini dovranno entrare in Albenga per raggiungere via Degli Orti con conseguente ‘congestionamento’. Questa sera chiederemo risposte anche su questo punto”.

All’incontro all’Ambra parteciperà anche il sindaco ingauno, Rosy Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.