IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, 2 pusher marocchini in manette: sequestrate 80 dosi di coca e 15mila euro foto

Albenga. Sono stati fermati per un controllo, ieri sera, intorno a mezzanotte, dai carabinieri di Albenga. Due cittadini marocchini, Y.E., 22 anni, clandestino e pregiudicato, e R.R., di 23, anch’egli pregiudicato e residente nella Città delle Torri, addosso nascondevano però cinque dosi di cocaina. I militari hanno così immediatamente effettuato una perquisizione nell’abitazione di R.R., in via Molino ad Albenga. Controllo che ha dato esito positivo: nell’appartamento sono infatti stati rinvenuti circa 50 grammi di polvere bianca già suddivisa in circa 80 dosi.

Nella casa sono stati ritrovati anche 15 mila euro in contanti, con tutta probabilità frutto dell’attività illecita di spaccio, ed un bilancino di precisione. Per i due marocchini è così scattato immediato l’arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Gli spacciatori si trovano già nel carcere Sant’Agostino di Savona a disposizione del sostituto procuratore Maria Chiara Paolucci ed in attesa dell’interrogatorio di convalida dell’arresto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. urogallo
    Scritto da urogallo

    Tutto il nostro Paese è invaso da questi schifosi venditori di morte noi, o meglio le nostre
    leggi, dovrebbero provvedere a darla loro gratis, come tutto il resto o quasi.

  2. trialmen
    Scritto da trialmen

    Come al solito i CC. di Albenga hanno bloccato dei venditori di morte, riuscendo anche a sequetrargli il provento dello spaccio.
    Speriamo che i due pusher rimangano per un pò nelle patrie galere, anche se sono certo che saranno già stati sostituiti da altrettanti “colleghi”
    Non ci dimentichiamo che quello 100 dosi sarebbero state acquistate da altrettati clienti italiani, che sono la vera fonte di reddito per questi maledetti che si arricchiscono vendendo morte.

  3. goldrake
    Scritto da goldrake

    E c’è ancora qualche buontempone che sostiene che questa rumenta sia venuta nel nostro paese per aiutarci, sarà.
    Una volta, in giro, si vedevano manifesti di un partito di governo che affermava di aver
    fermato gli sbarchi, cosa mai avvenuta e comunque, forse per un pochino di pudore,
    di questi manifesti non se ne vedono più.
    Vuoi vedere che non aver fatto affiggere i manifesti ha permesso altri sbarchi?
    Non mi si venga a raccontare la storia attuale dei paesi del Nord Africa, clandestini
    dalla Cina, dall’India dal Pachistan ed altre zone del Mondo, la verità è che il nostro
    è considerato il vero paese dei balocchi dove non si diventa asini, quelli sembrano già esserci.

  4. pirata
    Scritto da pirata

    Un ulteriore plauso agli uomini della Benemerita ingauna, che con la loro attività combattono in prima linea questa grande piaga della società, evitando anche che questi soggetti vengano ad arricchirsi, commettendo reati del genere. Questi due “bei soggetti” oltre alla famigerata “polvere bianca”, detenevano l’importo in contanti, del mio reddito annuale.
    Che schifezza!!!

  5. saetta
    Scritto da daitarn

    80 Palline di veleno tolte dalla circolazione!
    Non saranno le prime e neanche le ultime dosi, Bravi CC non mollate mai, continuate così!
    Per voi Giudici invece, date una pena esemplare a questi venditori di “morte” non rendendo vano l’operato dei nostri CC!