IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, bagarre elettorale: Melgrati replica ad Avogadro

Alassio. “E’ ovvio che dopo che il signor Avogadro è stato scaricato dalla base del Pd, vanificando così una santa alleanza che lo vedeva leader di una coalizione anti centrodestra, contro anche quella Lega Nord che gli ha consentito di uscire dall’anonimato della sua condizione di insegnante delle scuole medie inferiori, alleanza abortita ancora prima del parto, oggi voglia scaricare i suoi strali avvelenati contro il centrodestra e contro di me in particolare”.

Replica dura di Marco Melgrati all’altrettanto duro intervento di Avogadro, che oggi ha parlato di “Pdl allo sbando”. “Il Pdl e il suo alleato più fedele, la Lega Nord, sono vivi e vegeti – risponde Melgrati – e i sondaggi sono reali, e si fanno per conoscere l’orientamento della gente, per una forma di rispetto che forse lo smemorato non condivide; non c’è nessun commissariamento: abbiamo quattro aspiranti candidati con pari dignità. Sceglieremo il migliore, in accordo e sintonia con il nostri alleati della Lega Nord. Il candidato sindaco sarà il miglior sindaco possibile”.

“C’è talmente tanta serenità che ogni lunedì sera il direttivo allargato si riunisce per parlare, con tutti quelli che vogliono contribuire, alla stesura di una bozza di programma, e che ha visto fino ad ora discussioni vivaci ma rispettose dei contributi di tutti, nel segno della tradizione amministrativa della città, pur con elementi di marcata discontinuità” aggiunge Melgrati.

“Quanto agli avvisi di garanzia, peraltro quasi tutti sfumati, lo smemorato di Montalcino dimentica che quando faceva il sindaco li aveva ricevuti pure lui, gli avvisi di garanzia. Dimentica anche che ha mal sopportato gli ultimi due anni da sindaco, non ricevendo più nessuno, rispondendo alle minoranze che se lo portava già menato da casa (frase registrata in consiglio comunale), disinteressandosi ai problemi del paese; e quando, appunto negli ultimi due anni, ha riassunto la delega dei lavori pubblici, non aveva prodotto né un progetto, né uno studio, né una nuova opera pubblica, impegnato a scaldare i banchi del Senato a Roma, dove la Lega Nord, che aveva bellamente tradito, lo aveva portato” conclude l’ex sindaco e consigliere regionale Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.