IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Comune di Savona aderisce alla campagna di risparmio energetico

Savona.  Il Comune di Savona ha aderito alla campagna di risparmio energetico organizzata anche quest’anno dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio Due. La celebre trasmissione ha invitato i Sindaci d’Italia a effettuare degli spegnimenti simbolici di luci su monumenti cittadini, nell’ottica di un sempre maggior risparmio energetico e di una sostenibilità delle città, in un’epoca dove questi temi stanno diventando sempre più centrali nella qualità della vita delle realtà urbane.

Per Savona sono stati scelti due luoghi simbolo, la Torretta e la statua di Piazza Marconi, popolarmente detta la Fontana del Pesce, realizzata dalla grande scultrice savonese Renata Cuneo.

“La nostra Amministrazione è molto attenta a questi temi e non solo con gesti simbolici come questi, sia pure importanti. C’è moltissimo da fare ma vorrei ricordare che proprio nelle scorse settimane abbiamo approvato il Piano Energetico Comunale che definisce importanti metodologie di risparmio energetico sui nostri edifici comunali. Sono atti che forse fanno poca notizia ma sono la testimonianza del nostro lavoro concreto sul tema del risparmio energetico” afferma l’assessore all’ambiente Jorg Costantino

L’iniziativa è promossa a livello locale dal Labter, il Centro di Educazione Ambientale del Comune di Savona, diretto da Giancarlo Onnis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    ma non sarebbe più semplice e allo stesso modo finanziariamente più economico e allo stesso modo utile per l’ambiente installare in tutti gli ambienti pubblici un crepuscolare che spenga le luci quando non se ne ha bisogno visto che per i dipendenti pubblici evidentemente è troppo difficile farlo o forse perché non è nelle loro mansioni?
    Un piccolo ma enorme esempio: ieri mi trovavo nel reparto di ginecologia dell’ ospedale S. Paolo di Savona dalle 10 alle 11-30 del mattino un sole che ti accecava ma nei corridoi tutte le luci acese e così poi ho notato in tutti i reparti,se lo moltiplichiamo per tutti i luoghi pubblici pensa che enorme risparmio sia per l’ambiente che per i conti pubblici e dire che basterebbe un crepuscolare