IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado, nuovo furto di motori: preso di mira il Polo Nautico

Vado L. Dopo il primo colpo messo a segno al Circolo Nautico vadese, la notte tra domenica e lunedì, la banda “dei motori” è tornata in azione e ha colpito non lontano dal luogo del primo furto. Stavolta ad essere preso di mira è stato invece il Polo Nautico di Vado dal quale i ladri hanno rubato circa 13 motori fuoribordo per un valore di decine di migliaia di euro.

I carabinieri stanno ora indagando per cercare di individuare i responsabili dei furti. Per ora sull’andamento delle indagini viene mantenuto il più stretto riserbo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da juan

    sono un vadese e la zona del furto la conosco bene…e’ completamente dimenticata dall amministrazione marciapiedi marci , altissimo inquinamento scarichi di fogna a mare , pochissima illuminazione…non e’ la prima ne sara’ l ultima anche perche ‘ questi ladri agiscono proprio nelle zone “dimenticate” come e’ quella appunto,,,non e’ potenziando le forze dell ordine che a vado fanno gia’ fin troppo ..ma mantenendo le zone pulite e illuminate cosicche la gente ci giri di piu’ ,”,il gheja” e’ completamente lasciato solo a se stesso attendendo la ipotetica piattaforma che fara’ piazza pulita.. penso che i nostri amministratori dovrebbero farsi un esame di coscienza invece che dire ca…te!

  2. Scritto da freeholly9

    invocherei torture medioevali per sti delinquenti,visto che le vittime dei furti sono persone normali che faticano magari ad arrivare vivendo di onesto lavoro a fine mese e di certo un piccolo fuoribordo costa una fortuna….e non si tratta del riccone sullo yacht che non subisce niente….
    su sanno tutti benissimo che si tratta di rumeni zingari o altra feccia….così come è stato per le volte passate…ci vuol così tanto?decine di motori non si possono manco far sparire così facilmente……e possbile che abbiano avuto tutto questo tempo per smontar e caricare decine di motori?bloccare le frontiere?bello Shengen và..la RUMANIA se la PUTEVANU TENERE
    ALLUCINANTE