IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tragedia al San Paolo, bimbo partorito morto: aperta inchiesta

Savona. Tragica fatalità o ennesimo caso di malasanità? Lunedì mattina (ma la notizia è trapelata soltanto oggi) un neonato è stato partorito morto all’ospedale San Paolo di Savona e adesso sulla vicenda, dopo la denuncia dei genitori, indaga la Procura della Repubblica di Savona. Il sostituto procuratore Maria Chiara Paolucci ha infatti aperto un fascicolo e ha iscritto sul registro degli indagati i medici del reparto di Ostetricia del nosocomio savonese che hanno seguito la paziente e la sua ginecologa. Per ora un atto “tecnico” e dovuto, perché eventuali responsabilità dei sanitari restano tutte da accertare.

Qualche risposta in più su quello che può essere accaduto potrebbe arrivare già venerdì mattina quando sarà effettuata l’autopsia sul neonato. L’esame autoptico è stato disposto dal pm proprio per fare chiarezza sulle possibili cause che hanno portato alla morte del feto. La Procura ha inoltre già acquisito le cartelle cliniche e ha disposto che vengano svolti accertamenti clinici sulla placenta.

La paziente, una savonese di 34 anni, non era al suo primo parto: è già mamma di un altro bimbo di 16 mesi. Secondo quanto trapelato, la data presunta del parto era il 24 dicembre. A partire dal giorno della scadenza del termine, la 34enne si sarebbe regolarmente presentata in ospedale per eseguire il monitoraggio del feto. Anche il primo di gennaio la paziente si è presentata al San Paolo dove è stata sottoposta a tutti gli accertamenti che non hanno evidenziato problemi: il battito del bimbo era presente e regolare. Lo stesso è accaduto il giorno seguente e i medici hanno così dato appuntamento alla donna, per un nuovo monitoraggio, lunedì 4.

Quando è arrivata in ospedale lunedì mattina, i sanitari hanno capito subito che qualcosa non andava: il battito era sparito e sono bastati pochi attimi per capire che il bimbo era morto. A quel punto i medici sono stati costretti ad indurre la paziente a partorire il neonato ormai senza vita. Ora resta da capire se sia trattato di una tragedia che non poteva essere prevista o se ci possano essere delle responsabilità da parte dei medici: risposte che sono attese dai genitori che hanno perso un figlio e che dovranno arrivare dall’inchiesta giudiziaria aperta dalla Procura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Chi ha effettuato i monitoraggi?
    Sono state fatte per tempo delle ecografie,come si fa normalmente?
    Come è stato monitorato il battito cardiaco?
    Non ho mai sentito di un “cordone” che strozza all’improvviso.
    Si poteva anticipare il parto?

  2. Scritto da lollo63

    caro lui la plume hai fatto un discorso giusto e vero ma forse a seguito di questa notizia bastava solo un Condoglianze Sentite x la Famiglia (ed il resto anche xchè non si sa se ci sono responsabilità lasciarlo a dopo)

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Bisognerebbe indagare sempre sulla conduzione degli ospedali ….

    Venni ricoverato in un ospedale …. nulla di grave …. una operazioncina …. giravo in pigiama per i corridoi e notavo tante cose strane …. dopo qualche ora cercai una scusa plausibile per andarmene ….. (una fuga) ……

    Qualche mese dopo morirono una decina di persone nella camera iperbarica di questo ospedale in cui la manutenzione …. la gestione ordinaria delle cose sembrava una parolaccia …….

    Per qualche anno ho tessuto le lodi dell’ospedale di cui si parla ora, …. ne ero entusiasta …..
    poi ….. il mio giudizio e’ cambiato completamente …..
    ora … da un annetto non vi entro piu’ …

    qualcosa e’ cambiato …… e preferisco andare altrove.

    Ora e’ successa questa disgrazia …..

    certo che se fossero pubblicate e reperibili via internet tutte le disposizioni amministrative prese sono certo che quando accadono episodi di sospetta mala sanita’ chi come me ha notato qualcosa di anomalo …. dedicherebbe del tempo a scorrere queste disposizioni …. e forse potrebbe anche trovare quella ….. che potenzialmente ha causato il guaio …

    Nell’episodio di vita vissuta citato inizialmente avevo fra l’altro notato che … i bidoncini rossi per spegnere gli incendi erano bassi di carica e la manutenzione non era stata fatta nei tempi previsti …. una piccola cosa forse …. (segnalata apersonale menefreghista in un periodo in cui le mail …. che comunque sia rappresentano una prova del tipo ….. “ve lo avevo segnalato in data xxx” non facevano parte delle cose da gestire)

    una piccola cosa …… ma …. forse qualcuno aveva deciso di risparmiare su una spesa inutile ….. tagliando alcune voci …… senza esaminare le possibili conseguenze.

    Mi pare che anche in una fabbrica sia successo qualcosa di simile ….. risparmi sulla sicurezza ….. ed anche li’ altri morti ….. la sentenza del tribunale ha finalmente dichiarato colpevole l’amministratore dell’azienda …….

    Tuttavia sarebbe meglio prevenire …..

    Ma chi controlla queste disposizioni? ….. perche’ non possono essere disponibili e pubbliche? chi trova qualcosa di anomalo …. lo segnala e qualcuno cosi’ puo’ indagare.

    Ma no dai ….. se badiamo anche alla sicurezza … probabilmente molte aziende chiuderebbero …..
    e allora ….
    teniamoci i rischi
    teniamoci la carboniera,
    e gia’ che ci siamo ammazziamo una citta’ con una piattaforma container
    (che NESSUNO con un minimo di intelligenza vuole sul suo territorio)
    teniamocela ….
    in cambio “forse” di una manciata di posti di lavoro …….

    tanto ora con la TAV si raggiungono in breve tempo zone in cui il rispetto del territorio fa’ parte della ricchezza della localita’.

    Povera Savona ….. mi spiace per Te.

  4. Skeptical
    Scritto da Skeptical

    :'(

  5. pirata
    Scritto da pirata

    Questa è una di quelle notizie che penso ognuno di noi non voglia mai leggere, un caloroso abbraccio ai genitori e familiari.