IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tassa sul turismo, Confesercenti: “Il settore va incentivato non vessato”

“La tassa di soggiorno in tutti i Comuni italiani? E’ quello che temevamo”. A sottolinearlo è Claudio Albonetti, presidente di Assoturismo-Confesercenti.

“Non pensavamo che in questo Paese si fosse così ottusi da colpire il turismo – aggiunge Albonetti – il settore va incentivato, non vessato. Se Roma può anche sopportare una tassa di soggiorno, non così è per molte altre località, soprattutto balneari: per le imprese che operano in quei luoghi la tassa diventa una mannaia sulla loro redditività. E se è vero che esiste una tassa del genere all’estero, si fa il paragone con città dove esistono infrastrutture e servizi e dove le aliquote Iva sono la metà di quelle di casa nostra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. alberto.peluffo
    Scritto da alberto.peluffo

    Beh, ma allora che senso ha? Questa sciocchezza è stata introdotta, spero non ancora definitivamente, per finanziare i comuni. Se viene usata per dare sconti e agevolazioni, non è più un introito, ma rischia di essere un costo aggiuntivo. A parte il fatto che è, giustamente, impossibile per un comune dare soldi a un privato. Dovrebbero solo piantarla di strozzare gli enti locali, tagliando loro tutti i fondi, salvo poi dare loro la possibilità di “mettere le mani nelle tasche degli italiani”, scaricandosi ogni responsabilità.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Si puo’ trasformare quella che appare una “gabella” in un motivo di richiamo … in una opportunita’.

    Pagare una “tassa di soggiorno” che autorizza a usufruire in pieno dei servizi di cui la citta’ e’ ricca puo’ rivelarsi molto conveniente per rilanciare il turismo.

    Ecco che il nostro turista ottiene … dopo essersi registrato … la possibilita’ di visitare i musei cittadini, di fruire dei mezzi pubblici come un abbonato, di ….. parcheggiare …. avere il medico di base per il periodo in cui e’ qui …….

    molti servizi disponibili non vengono adeguatamente utilizzati causa il costo eccessivo … sono li’ … ma nessuno o comunqe in pochi li usano …

    Il costo …. beh probabilmente la tassa va’ offerta con forme e costi …. differenti … favorendo la scelta di un pacchetto completo …. rispetto alla semplice gabellina che non puo’ non scontentare chiunque.