IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tassa sul turismo, Asshotel: “La nostra condanna è totale”

Più informazioni su

Sdegno e incredulità: questi i sentimenti di Asshotel-Confesercenti e di migliaia di albergatori associati nei confronti della ormai quasi sicura introduzione della tassa di soggiorno nel decreto di attuazione del federalismo municipale; e contro questa prospettiva l’associazione annuncia l’inizio di uno stato d’agitazione del settore.

“La nostra condanna è totale: non è certo questo il modo di dare opportunità, sviluppo e sostegno al turismo in Italia”, afferma Filippo Donati, presidente di Asshotel. “Semmai è una scelta miope: la tassa di soggiorno verrà istituita unicamente per far fronte alle necessità di bilancio dei Comuni. Sarà imposta al turismo, ma al turismo non tornerà pressoché nulla”.

“A questo punto nessuno può dimenticare il no deciso di tutta una categoria verso questo balzello”, continua Donati. “Se introdotto, governo e comuni sappiano che si aprirà una lunga fase di aperto contenzioso che non potrà certo limitarsi a forme estemporanee di protesta come lo sciopero, insufficiente a rappresentare la profonda e motivata insoddisfazione di un intero settore ancora una volta tartassato ingiustamente”.

Asshotel-Confesercenti punterà sulle convergenze delle associazioni di settore per neutralizzare questa tassa che rende ancora più insopportabili e gravosi gli effetti della crisi. E ciò senza disorientare i turisti italiani e stranieri, ma conquistandoli a una giusta e legittima battaglia. L’Associazione allora “proclama lo stato di agitazione del settore, pronta a dare vita a un tavolo di concertazione con tutte le parti interessate per fermare questo ennesimo siluro contro lo sviluppo del turismo e dell’economia italiana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.