IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tangenti, Caruso e Benini: depositati memoriali in attesa del patteggiamento

Savona. In attesa dell’udienza preliminare, che è stata fissata per il prossimo 2 febbraio, davanti al gup Barbara Romano, qualcosa si “muove” intorno alla vicenda giudiziaria di Franco Caruso e Corrado Benini, i due ex ispettori dell’Asl2 che devono rispondere dell’accusa di concussione. Da un lato, salvo sorprese, per i due imputati si arriverà ad un patteggiamento (che è già stato concordato tra i legali e il pm Paolucci e depositato) e la questione della pena sarà chiusa.

C’è però ancora una questione irrisolta ed è quella legata al sequestro dei beni di Caruso e Benini. La Procura ha infatti “congelato” i conti correnti dei due e altri beni del loro patrimonio perché ritenuti di provenienza illecita. Gli ex ispettori della Asl però sostengono che quei beni non siano legati a tangenti e mazzette incassate da imprenditori locali. Per dimostrarlo nei giorni scorsi hanno depositato dei memoriali nei quali “giustificano” la provenienza di alcune ingenti somme di denaro.

Secondo il quadro accusatorio a carico dei due sarebbero stati accertati almeno 20 episodi (a Benini sarebbero contestati venti casi, a Caruso una quindicin) di tangenti in cambio di favori nelle attività ispettive di alcune aziende valbormidesi. Caruso e Benini, in servizio all’Ufficio prevenzione e sicurezza sugli ambienti di lavoro di Carcare, erano stati fermati con in tasca una mazzetta di 10 mila euro.

Secondo indiscrezioni l’accordo per il patteggiamento dovrebbe portare alla condanna a 3 anni e 6 mesi per Caruso e a 3 anni e 11 mesi per Benini. La conferma ufficiale arriverà però solo al termine dell’udienza preliminare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto 2

    E come finirà? Che i signorini si godranno quello che hanno “onestamente” guadagnato sulla sicurezza degli operai. Ma questa, purtroppo, e’ l’ Italia, in molte altre parti del mondo, per loro, sarebbe finita mooooolto diversamente!!!