IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tagli ai piccoli Comuni, Briano (Cairo): “A rischio le nostre manifestazioni più belle”

Cairo Montenotte. I tagli imposti alle amministrazioni locali mettono a rischio le manifestazioni di paese. A Cairo, ad esempio, il sindaco, Fulvio Briano, lancia l’allarme per uno degli eventi più attesi dalla comunità locale e che è a “rischio estinzione”, ossia “Cairo Medievale”.

“E’ questo il mese della predisposizione del bilancio comunale ed iniziamo a dover affrontare problemi seri – esordisce Briano -. Quest’anno mancheranno all’appello ben 350.000 euro di trasferimenti dallo Stato e il calo degli introiti ICI verrà consolidato dalla chiusura di Ferrania con un meno 200.000 di entrate certe. Si dovrà quindi gioco forza a proseguire la logica dei tagli che colpiranno tutti i servizi comunali. A rischio sono peraltro anche tutte le manifestazioni a cui, negli anni, i cairesi si erano abituati e, da sempre, patrocinate dall’Amministrazione Comunale. Tra queste, oltre al Torneo Internazionale di Calcio, va sottolineato il forte rischio di ridimensionamento del ‘Cairo Medievale'”.

“Quest’anno la legge finanziaria impone ai Comuni un meno 80% di risorse su spese di rappresentanza e contributi a società sportive ed associazioni varie tra cui la Pro Loco: questo significa un meno 80% di contribuzione anche per ‘Cairo Medievale’. Quello che ne sarà francamente oggi non lo posso ancora dire perchè occorrerà confrontarsi con i vertici della Pro Loco ma, certo è, che dovremo fare i salti mortali. Ho poi molti altri seri dubbi sul fatto che si possa continuare a fare molto altro ad esempio con il mondo della scuola che abbiamo cercato di supportare in seguito ai tagli a cui sono sottoposti negli ultimi anni ma di questo ne parleremo quando ne avrò certezza”.

“Una sola considerazione certa però la posso fare – conclude Briano – non si può continuare a togliere risorse ai Comuni di piccole dimensioni come Cairo. Qui da noi anche la semplice festa di paese è una occasione importante per continuare a sentirci ‘comunità’ nel vero senso del termine. Qui da noi è importante potersi riconoscere anche nelle nostre tradizioni e metterle a rischio significa mortificare il lavoro di moltissime persone, volontari, che nel nostro paese hanno sempre davvero creduto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sampei29
    Scritto da sampei29

    Tagli, tagli, tagli…
    E intanto le tasse restano sempre quelle, anzi aumentano!

    Ma che fine fanno i nostri soldi, che il governo incassa con puntualità (almeno per quanto riguarda i lavoratori dipendenti!)?

  2. Scritto da cairesedoc

    Mi piacerebbe assistere al taglio del torneo di calcio dei giovanissimi.
    Non credo che si possa arrivare a tanto.
    Qualcuno, potrebbe prendersela a male e ritirare il suo notevole appoggio.
    E con le elezioni vicine ….