IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno, il Pd si prepara al voto di primavera e propone la “Carta delle tre C”

Spotorno e un futuro fumoso caratterizzato da una crisi politica che ha portato al commissariamento del Comune. Saranno ora i cittadini chiamati alle urne a decidere da chi vorranno essere governati, e i vari schieramenti affilano le armi in vista della battaglia elettorale. Primo fra tutti il Pd.

“Spotorno deve confrontarsi in una nuova tornata elettorale causata dal fallimento di due anni di giunta di centro destra, un fallimento da ricercare non solo nelle divisioni interne alla coalizione, ma soprattutto nell’incapacità di produrre risultati e soluzioni in grado di dare prospettive e futuro alla città e ai suoi cittadini – dice Salvatore Catania, segretario del Pd di Spotorno, Noli e Vezzi Portio -. Sono stati due anni di amministrazione che hanno aggravato i problemi economici e non solo. Scelte sbagliate che consegnano alle urne un paese in una situazione economica rischiosa che sarà una pesante ipoteca per tutti coloro che saranno chiamati ad amministrare nei prossimi anni la città. Inoltre va evidenziato che nulla di quanto promesso in campagna elettorale si è concretamente realizzato”.

“Questo è il quadro sostanziale lasciatoci in eredità da questa amministrazione di centro destra, un quadro con cui è necessario confrontarsi e a cui bisognerà contrapporre scelte all’altezza della situazione – continua Catania -. Il centro destra sembra voglia riproporci i soliti personaggi, essi stessi causa del disastro a cui oggi assistiamo, essendo coloro che sostennero la scellerata scelta della riscossione esterna dei tributi. Il partito Democratico di Spotorno ritiene di svolgere un ruolo di servizio verso tutta la città, pertanto non può e non vuole sottrarsi a promuovere soluzioni nuove ed idonee per il bene collettivo. In questa ottica stiamo preparando la ‘Carta delle 3C: Consapevoli, Capaci e Coesi’ che proponiamo come base di convergenza per le componenti sociali del territorio e che conterrà e svilupperà i punti di riferimento su cui si articolerà la nostra proposta di governo del paese”.

“Spotorno ha bisogno di amministratori Consapevoli, Capaci, e Coesi per poter superare una situazione che potremmo definire di ‘lacrime e sangue’. Consapevoli di dover affrontare e risolvere temi di portata storica per Spotorno, mai il paese si è trovato in tali condizioni di difficoltà. Capaci perché sono necessarie risorse umane in grado di trovare soluzioni idonee e in grado di gestire una macchina amministrativa in grande affanno. Coesi, oggi più che mai è necessario riunire le risorse di competenza presenti nel paese per creare una prospettiva che soddisfi e sviluppi obbiettivi quali: politica dei servizi e della casa per gli Spotornesi;
programmazione ed innovazione turistica; valorizzazione del paese e del suo territorio; servizi alla persona; utilizzo di metodi amministrativi trasparenti e partecipativi; completamento delle tante opere già in corso di cui siamo stati artefici principali e che l’amministrazione Volpera non ha concluso”.

“Gli obbiettivi – conclude Catania – sono: eleggere amministratori che soddisfino queste condizioni per poter realizzare idee e progetti; vincere questa nuova competizione elettorale e dare una svolta ed una nuova prospettiva alla città di Spotorno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.