IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona: Ottavia Piccolo fa rivivere Anna Politkovskaja

Più informazioni su

Savona. Domani, mercoledì 26 gennaio alle ore 18 incontro alla Ubik di Savona con l´attrice Ottavia Piccolo e presentazione del libro e dvd “Anna Politkovskaja” (introduce Renata Barberis).

“Funziona così: la stampa si divide in ‘chi è per la Russia’ e ‘chi non è con la Russia’. Se sei per la Russia dopo 5/6 anni ti fanno deputato. Se non sei per la Russia non devi fare il giornalista. La tua è propaganda contro lo Stato. La propaganda contro lo Stato si punisce. Con la morte. Prima o poi”. Ecco la Russia raccontata da Anna Politkovskaja, a 4 anni dalla sua brutale uccisione. Il potere, l´ingiustizia, la violenza, la guerra in Cecenia, la fame di Groznyj, le tombe dei bambini uccisi a Beslan, le trattative con i terroristi nel teatro di Dubrovka a Mosca.

Nel DVD, l´attrice Ottavia Piccolo dà voce alle parole della Politkovskaja. Stefano Massini ha riscritto in forma drammaturgica i pensieri e i racconti della giornalista, attingendo agli articoli da lei scritti, rimettendo insieme pezzo per pezzo la vita di una donna che ha sfidato il potere e ha pagato con la morte. Nell´interpretazione di Ottavia Piccolo si ritrovano lo smarrimento, l´orrore, la dignità e anche l´ironia di una cronista che cerca di raccontare i fatti a dispetto della censura. Le parole della cronista descrivono con crudele realismo i corpi squarciati dalle bombe, le teste mozzate esposte come trofei, gli stupri; e poi le minacce subite in prima persona, le armi puntate alla schiena, la morte da avvelenamento scampata per un soffio.

Ne esce il ritratto spietato di una Russia che sceglie di chiudere gli occhi davanti all´orrore, mentre la propaganda ufficiale diffonde attraverso le fiction televisive una rappresentazione edulcorata e grottesca della guerra cecena. Ottavia Piccolo (tra le attrici più raffinate ed eleganti del mondo teatrale e cinematografico italiano, da sempre impegnata e sensibile ai temi sociali) ci ha detto: “Anna Politkovskaja è un mito, un simbolo, una voce fuori dal coro. Un faro per chiunque abbia a cuore la libertà di stampa e di espressione. Lei viveva per raccontare quel che vedeva. Noi cerchiamo di non farla dimenticare…”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.