IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riforma condominio, Anaci: “Maggiore professionalità e garanzie per gli amministrati”

Più informazioni su

Genova. Con il progetto di legge sulla riforma del condominio, approvato l’altro ieri al Senato, per la professione di amministratore condominiale si apre una nuova stagione. “Il progetto di legge muta in maniera sostanziale la possibilità di esercitare questa professione – ha spiegato il presidente Anaci, Ivano Rozzi a margine del convegno organizzato dal comitato genovese dell’ Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari – che diventerà maggiormente professionalizzata, con una richiesta di ulteriore competenze e un aumento di responsabilità. La realtà condominiale – sottolineato Rozzi- è estremamente complessa, e va ad abbracciare una serie di attività interdisciplinari, richiedendo diligenza e professionalità anche in vista di una maggiore garanzia dei condomini”.

Tra le modifiche importanti apportate dal provvedimento: maggiori garanzie per i condomini e la durata biennale invece che annuale del mandato. “In questo modo potremmo pianificare al meglio e più corretamente, andando incontro alle difficoltà economiche che gravano sugli stabili, consentendo allo stesso tempo di rinnovare, anche se parzialmente, il patrimonio immobiliare, che in Italia con percentuali che toccano l’85-86%, rappresenta quel tesoretto invocato anche recentemente dalla politica come nostro salvagente in questa fase di criticità finanziaria”. Tra gli aspetti negativi: “Alla riforma manca una certa profondità – ha concluso il presidente Anci – e soprattutto è ancora fortemente osteggiata da altre categorie, che puntano a mantenere propri privilegi e a non perdere le proprie condizioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Ognuno tira ai propri…di privilegi ed esclusive…caro il mio ozzi Ivano. C’è chi cerca di non finire nelle mani di addentellati che spacciano professionalità e competenza da tuttologo e si arrangia amministrando in proprio il condominio. Senza ulteriori rincari ….del 10% (quando va bene) sulle commesse appaltate a terzi. Naturalmente non mi riferisco a tutta la categoria ma è opinione comune, ormai, quella di non voler soggiacere a “creste” inopportune da una sensibile parte di amministratori. Non credo che una leggina creata allo scopo di monopolizzare la gestione degli immobili possa mettere in condizione i titolari di un DIRITTO DI PROPRIETA’ di non poter decidere IN PROPRIO della sorte dei loro immobili….senza passare attraverso la gogna dell’AMMINISTRATORE! :-) A chi obietterà gli articoli del C.C. BLA BLA BLA rispondo che tasli articoli NON HANNO SANZIONE….(anche se qualcuno le vorrebbe…vero?) . Si stampino pure le leggine che fa comodo….