IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, regolare l’assunzione di Ivan Bonanni

Più informazioni su

Liguria. Non c’é stata nessuna irregolarità formale nell’assunzione del neurologo Ivan Bonanni all’ospedale Galliera, autorizzata dalla Regione. Lo hanno dichiarato a margine della seduta di questa mattina il presidente e il vicepresidente della Commissione Controlli, Alessio Saso (Pdl) e Lorenzo Basso (Pd), dopo aver acquisito tutte le carte e avere ascoltato Franco Bonanni, direttore generale del Dipartimento salute e servizi sociali della Regione e padre del medico assunto. Il caso è stato approfondito dalla Commissione Controlli su richiesta del presidente del Consiglio regionale Rosario Monteleone. Una decisione assunta dopo le notizie pubblicate dalla stampa che aveva denunciato il fatto che fosse stato il direttore generale del dipartimento ad autorizzare il passaggio del figlio, in mobilità extraregionale, dall’ospedale di Alessandria all’ospedale Galliera di Genova. “E’ stato dimostrato – ha precisato Saso – che la procedura era ineccepibile dal punto di vista formale. Dal punto di vista tecnico-amministrativo non si è trattato di una selezione, ma di valutare la necessità di assumere una figura professionale mancante al Galliera.

Il dottor Franco Bonanni, consapevole che l’assunzione riguardava il figlio, ha comunque proceduto in maniera corretta, per cui il dott. Ivan Bonanni entrerà in servizio nel nosocomio genovese a gennaio”. “L’opportunità di regolamentare con un provvedimento specifico della Regione i casi di parentela – hanno aggiunto Saso e Basso – è stata oggetto di un dibattito tra i consiglieri, da cui sono emerse posizioni differenti. Stiamo valutando come affrontare questo problema”. “Bonanni – ha concluso Saso – ha fornito ai commissari anche il quadro delle richieste di deroga e delle relative assunzioni, da cui si evince che ci sono squilibri. Infatti, per quanto riguarda il 2010, nella Asl 1 imperiese, le autorizzazioni rilasciate sono state 64 su 217 richieste, per la la Asl 2 savonese sono state 45 su 99 , per Asl 3 genovese 75 su 78, per la Asl 4 chiavarese 14 su 93 e, infine, 53 su 90 per la Asl 5 spezzina”. Gli altri dati che emergono sono i seguenti: l’Azienda ospedaliera San Martino ha ottenuto 89 assunzioni su 143 richieste, il Galliera 11 su 15; l’Ist 18 su 62; l’Evangelico nessuna a fronte di una richiesta, il Gaslini 31 su 48.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. IronMan
    Scritto da IronMan

    . . . e caso strano, un “figlio di (qualcuno)” area PD entra con un contratto a tempo indeterminato !! se lo avesse fatto qualcuno di area Lega-PDL sarebbe stata la fine . . . BASTA DEMOCRAZIA !! la prox volta, se ai posti di comando saliremo noi, STOP agli aiuti trasversali . . .