IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, l’ex procuratore Francesco Lalla nuovo difensore civico

Regione. È stata approvata questo pomeriggio, su proposta unanime di tutti i gruppi consiliari, nella riunione della I Commissione Affari generali, istituzionali e nomine, la candidatura dell’ex procuratore Francesco Lalla a nuovo difensore civico della Regione Liguria. Lo hanno annunciato insieme il presidente Valter Ferrando (Pd) e il vice presidente della Commissione Gino Garibaldi (Pdl).

La proposta di deliberazione d’iniziativa di Rosario Monteleone, Michele Boffa, Giacomo Conti e Francesco Bruzzone: sarà portata martedì prossimo in Consiglio regionale. “Il percorso che ha portato al consenso unanime sul nome dell’ex capo della Procura di Genova in Commissione – hanno detto Garibaldi e Ferrando – è stato lineare, visto l’alto profilo professionale e umano nei confronti di Lalla”.

Francesco Lalla è nato il 3 agosto 1938 a Zara, si è diplomato al liceo classico D´Oria e laureato in Giurisprudenza il massimo dei voti. Lalla cominciò la carriera nel 1964 come uditore di Francesco Coco, diventando poi pretore a Voltri, giudice a Genova dal 1974. Ha lasciato l’incarico di procuratore capo della Repubblica lo scorso novembre.

“Sono convinto che la professionalità, l’equilibrio e la grande esperienza dimostrate dall’ex procuratore capo della Repubblica Francesco Lalla nel corso della sua brillante carriera potranno portare un contributo di altissima qualità al suo futuro incarico di difensore civico della Regione Liguria” ha commentato il presidente dell’Assemblea legislativa Rosario Monteleone, che ha accolto il parere positivo espresso oggi dalla Commissione nomine sulla candidatura di Francesco Lalla: “L’Assemblea legislativa – ha concluso il presidente Monteleone – ha sempre attribuito al difensore civico un ruolo delicato eppure fondamentale per la tutela dei diritti del cittadino e si è sempre ispirata ai criteri di professionalità, equilibrio e competenza nell’indicarne i rappresentanti”.

Sempre nella seduta di oggi pomeriggio, la Commissione ha approvato i criteri previsti dalla legge regionale 9/2007 per la figura del Garante dei diritti dell’infanzia, la cui nomina approderà prossimamente in Consiglio. In via temporanea il ruolo di Garante dei diritti dell’infanzia era stato svolto dal difensore civico uscente Anna Maria Faganelli.

La I Commissione ha approvato oggi all’unanimità anche la proposta di legge di Rosario Monteleone (Udc), Michele Boffa (Pd), Luigi Morgillo (Pdl) e Giacomo Conti (Federazione della Sinistra) “Disciplina del Consiglio delle autonomie locali (Cal)” che accoglie anche emendamenti suggeriti dallo stesso Cal per rendere operativamente più efficace l’organo di consultazione tra la Regione e gli enti locali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.