IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, Berlangieri: “Fondi per gli spettacoli dal vivo ridotti a zero”

Regione. “Fondi per gli spettacoli dal vivo ridotti a zero, dopo i tagli della manovra del governo al bilancio regionale (154 milioni)” è stato ribadito dall’assessore regionale alla Cultura Angelo Berlangieri.

“Un momento di particolare difficoltà  per un settore che svolge un ruolo molto importante sia a livello culturale, sia occupazionale. Bloccata ogni programmazione triennale, al momento per far ripartire i bandi e dotarli di un adeguato finanziamento siamo ancora una volta nelle mani del governo che ha promesso di restituire alla Regione Liguria circa 35 milioni sul trasporti pubblico locale. Settore per il quale la giunta regionale ha già anticipato, con propri fondi, 25 milioni di euro. Se questo accadrà – ma nel Milleproroghe non c’è traccia -, ai vari assessorati potranno essere distribuite risorse. Per quanto ci riguarda con 2,5 milioni i bandi per  la cultura e gli spettacoli potrebbero ripartire”, ha spiegato l’assessore.   
 
La Regione Liguria ha poi proposto agli operatori e gli enti locali sulla prospettiva  la creazione di un circuito per lo spettacolo dal vivo che sappia coniugare la domanda del territorio con le disponibilità di location stabili e l’offerta degli operatori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. alberto.peluffo
    Scritto da alberto.peluffo

    Quindi, salteranno le principali manifestazioni estive. Si sapeva che i tagli imposti da Tremonti sarebbero stati drastici, ora lo tocchiamo con mano. E’ l’ennesima dimostrazione della cecità di un governo che non si rende conto di quanti danni facciano queste riduzioni lineari indiscriminate. Le manifestazioni estive, oltre ad essere un elemento fondamentale dell’intrattenimento dei turisti, creano un indotto importante per molte aziende locali che, inevitabilmente, la prossima estate stringeranno la cinghia. E’ giusto che sappiano chi ringraziare.