IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Porto di Albenga, il sindaco Guarnieri: “Ci opporremo al no della Regione”

Albenga. Il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri non ha preso certo di buon grado la notizia diffusa poco fa del no della Regione Liguria, con delibera di giunta, alla realizzazione del nuovo porticciolo turistico. Una decisione che agli occhi dell’amministrazione comunale risulta incomprensibile, in particolare sul fronte della non compatibilità ambientale espressa nella Vas (Valutazione Ambientale Strategica). “Una notizia ci stupisce e ci lascia alquanto delusi” ha commentato a caldo il primo cittadino ingauno.

“Burlando boccia un progetto bipartisan, iniziato da chi ci ha preceduto, condiviso dalla nostra amministrazione e portato avanti celermente. Aldilà del parere politico, attendiamo di conoscere con esattezza le motivazioni della decisione e fin da ora posso dire che il Comune farà di tutto e adotterà i provvedimenti necessari per opporsi a questa contrarietà sul progetto, con l’obiettivo che la Regione torni ad esaminarlo”.

“Non escludiamo la possibilità di effettuare ricorsi al Tar. Combatteremo su ogni fronte, e con ogni mezzo, affinché la nostra città possa avere il porto che da troppi anni attende” ha concluso la Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    LUI LA PLUME: ad Albenga la confluenza di due torrenti, nell’ultimo tratto, genera un fiume che prende il nome di Centa. L’ampiezza trasversale dell’alveo ne consentirebbe la realizzazione di un canale navigabile, con le opportune opere di adeguamento ma…. si spingerebbe così poco a monte che non ne vedo l’utilità. Inoltre, inevitabilmente sarebbe colmo di acqua salata di mare che fluirebbe nel canasle e l’ecosistema attuale ne risentirebbe certamente. Questa possibilità mi fa ancora piu’ paura, rispetto ai danni che arrecano i porti sugli arenili! (vedasi il mostro di Loano e gli effetti sugli arenili a levante).
    L’approdo ridicolo di Borghetto, per contro, in perfetto stile lilliputziano, è di utilità relativamente modesta rispetto alle esigenze. Lo reputo uno spreco inutile di risorse.
    I porti di Alassio e Finale L. sono gli unici che andrebbero ampliati, visto il pienone che registrano da anni, frutto di oculate politiche commerciali che altri comuni tipo Loano (tanto per fare un nome) non hanno saputi adottare. Là il menefreghismo e la superficialità hanno regnato sovrane e si ritrovano un ecomostro VUOTO perchè non hanno saputo imporre alla proprietà (PRIVATA) le condizione che avrebbero cnsentito alla COLLETTIVITA di averne un beneficio. Se ALbenga dovesse ripercorrere in stile Loano (detto anche stile “ghe-pensi-mì”) la stessa esperienza e non venissero detenute quote > 50% o addirittura interamente a gestione pubblica, il problema potrebbe ripetersi. Morale: quando dai a gestire un BENE DEMANIALE ad uno speculatore il minimo che ti puo’ succedere è questo! Quindi: piuttosto che un altra Loano e anche qui si viri verso “un-albenga-da-bere”, meglio NIENTE e andare avanti con i gozzi e gommoni al circolo nautico.

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Ha ragione Bill Fraser: ad Albenga sono state assunte (in combutta con la Provincia ) decisioni i cui nefasti (ED ONEROSI) esiti si trasferiranno inevitabilmente sulla cittadinanza. Mi riferisco allo scandaloso fatto del depuratore: tra breve entreremo in regime di sanzioni per non aver ancora provveduto e chi la pagherà? gli ingauni. … Potremmo in quel caso andare a chiedere alla “gemellata” Villalba di tassarsi per sopperire..:-) . Sul porto, invece, (altra pappina pronta servita da Antonello) stanno giacandola di nuovo malissimo: vedremo se sapranno difendere le necessità della città.
    Non sapevo che svullo insegnasse: voglio sperare che l’interessato esertciti la sua docenza in materie ove non possa generare influenze di pensiero sugli alunni e condizionamenti da posizione “dominante” di insegnante…!!!!!! …auspico per la collettività e le nuove leve che insegni matematica o discipline scientifiche e non umanistiche!!!!!!

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    (da persona “non” di sinistra)
    sono profondamente contrario ai porticcioli, vorrei si cominciasse a prendere in considerazione …. come …. togliere quelli esistenti.

    Probabilmente utilizzando l’arma fiscale ed aumentando moltissimo le tasse su quelii esistenti (sulla costa) si otterrebbe qualcosa.

  4. Scritto da svullo

    Caro bill fraser il mio lavoro da insegnante penso di farlo al meglio visto che insegno da quasi 30 anni senza aver mai avuto nessuna censura e nessun richiamo e poi io non ho attaccato nessuno sul piano personale, ma ho solo contestato una decisione vergognosa, evidentemente tu ed i tuoi compari (o forse è meglio dire compagni) non potendo sostenere un dibattito ed un confronto democratioco su una questione di interesse pubblico per il futuro di Albenga, sapete solo attaccare chi la pensa diversamente da voi sul piano personale, ridicolo !!!!!!!!!!!!

  5. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Il torrente che bagna Albenga ha una dimensione tale da consentire la realizzazione di un canale di collegamento con le zone interne dove sono realizzabili una infinita’ di posti barca da cedere a costi accessibili a tutti.

    Certo se si vuole ad ogni costo rovinare la costa con ignobili porticcioli la cosa non e’ interessante.

    In “Padania” da non molto barconi porta container risalgono il corso del Po sfruttando questi canali ed ogni barcone trasporta (mi pare) 64 container ….. senza inquinare …. al momento si ferma (mi pare …. ) a Cremona …. ma si parla ora della navigazione nei laghi lombardi …. del collegamento fluviale con la Svizzera …. magari domattina ci sveglieremo con 64 camion portacontainer diretti in Svizzera …. che non attraversano piu’ le nostre strade ma Vi arrivano tramite questi barconi.

    Ma …. forse ci sara’ sempre qualche benpensante che vuole poter lasciare la sua barchetta (che utilizza di tanto in tanto) sotto casa …. in un porticciolo assurdo.