IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Murialdo, ruspe al lavoro per “aggirare” la frana: 40 giorni per riportare la “normalità” (fotoservizio) foto

Murialdo. Hanno cominciato a “rombare” le ruspe a Murialdo. I lavori, come preannunciato, dureranno 40 giorni e porteranno alla realizzazione di una viabilità alternativa in grado di aggirare la frana che ha investito la provinciale 51 tagliando in due la Val Bormida. I mezzi agiranno su tre fronti: il versante di Murialdo, quello di Calizzano e sulla provinciale 51 per una prima rimozione di detriti. All’inizio dei lavori hanno preso parte il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza, l’assessore provinciale alla viabilità Carla Mattea ed il sindaco di Murialdo Bruno Odella, oltre ai tecnici della Provincia.

La strada alternativa in località Brigneta – realizzata dalla ditta Bagnasco di Cengio – sarà lunga 900 metri e avrà una larghezza di 3 metri e mezzo, dotata di banchine laterali per consentire il passaggio ai mezzi pesanti. Poi, avverrà l’installazione del ponte di tipo Bailey sul Bormida. I lavori – che ammonteranno a circa 700mila euro – proseguiranno giorno e notte, 24 ore su 24, anche nei weekend. Una lotta contro il tempo per ridurre il più possibile il periodo in cui gli abitanti della zona saranno costretti a disagi poco sopportabili.

A fine febbraio si dovrebbe arrivare al punto in cui dovrà essere posizionato il ponte mobile e, entro la prima metà di marzo, al taglio del nastro. Parallelamente verrà porttao avanti il progetto per il ripristino della viabilità sulla SP51: entro la prossima settimana dovrebbe essere pronto lo studio di fattibilità relativo alla messa in sicurezza del versante roccioso e all’intervento sul fronte viario. In questo caso, il costo dei lavori ammonterebbe ad oltre due milioni di euro (si attende il via libera del governo per i 100 milioni di euro da destinare alla Liguria per i danni subiti a causa di alluvioni e frane). “Sulla provinciale 51 mi auguro che i lavori possano iniziare entro il 2011”, dice il presidente della Provincia, Angelo Vaccarezza.

Intanto, alle ore 11 di questa mattina, a Palazzo Nervi, vi sarà una riunione tecnica sul caso-frana in cui verranno definiti gli ultimi aspetti tecnici sull’iter dei lavori, un incontro al quale prenderanno parte Provincia, Prefettura, Regione, Anas ed Esercito. In via di risoluzione anche le pratiche con i privati riguardo ai lavori per il bypass che interesseranno anche case e abitazioni (lunedì mattina partiranno le notifiche da parte della Provincia).

Una volta ripristinata la viabilità sulla Sp51 le opere temporanee verranno demolite (trattandosi, per la precisione, di opere in regime di provvisorietà e costruite in una zona esondabile: rimarrà solo un tratto di strada per Murialdo).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da jimmy il fenomeno

    ottima notizia