IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Minacce di morte all’assistente sociale per riavere il figlio: 10 mesi a 35enne

Savona. L’affidamento del figlio gli era stato tolto dai servizi sociali ma lui non si rassegnava all’idea di restare lontano dal bambino. Per questa ragione quasi ogni giorno si recava nell’ufficio degli assistenti comunali di Vado Ligure per chiedere di far tornare a casa il minore. Presto però il padre in questione, un 35enne di origini salernitane, C.D., ha finito per passare il limite: dalle parole è passato infatti alle minacce.

Vittima delle ire dell’uomo un assistente sociale del comune di Vado Ligure, S.R., colpevole, secondo lui, di non volersi attivare per far riaffidare il figlio al 35enne. Il 18 luglio 2007 così la donna ha dovuto ascoltare urla e minacce, anche di morte, da parte del padre del bimbo. Un “colpo” di testa che gli è costato un rinvio a giudizio per minacce a pubblico ufficiale. L’uomo è stato condannato a dieci mesi di reclusione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. carpenter
    Scritto da carpenter

    Bel genio ,ora il figlio non lo vedrà neppure col lanternino