IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo: sconti sul gas e contributi per il riscaldamento

Millesimo. La giunta comunale di Millesimo ha varato una serie di provvedimenti, che come ogni anno saranno portati all’attenzione del Consiglio comunale nell’ambito dell’approvazione del bilancio annuale, che prevedono una serie di iniziative per abbattere i costi di riscaldamento delle famiglie e degli anziani.

Il primo provvedimento varato dalla giunta comunale prevede la riduzione del prezzo del gasolio per uso riscaldamento domestico per le frazioni non metanizzate. La delibera, già assunta per gli scorsi anni, consente ai cittadini residenti nella seguenti frazioni: Acquafredda, Quera, San Rocco, Chiesa, Melogni, Cabroni, Borda, Santuario, San Bernardo, Renaldo, Pisciarotta, Spaletto e Colla, di richiedere ai propri fornitori lo sconto sul combustibile per il riscaldamento e le utenze domestiche. Le circa centocinquanta famiglie interessate possono quindi beneficiare di uno sconto annuo quantificato in circa 250 euro.

Altro provvediemento della giunta comunale è relativo a contributi per il riscaldamento della propria abitazione per le persone che hanno superato i 65 anni di età e che detengono un reddito inferiore a 7.696,88 euro/anno. Peraltro per l’espletamento delle pratiche relative al reddito e agli sconti tariffari previsti, l’Amministrazione comunale ha attivato specifiche convenzioni con i centri di assistenza fiscale di CGIL, CISL, UIL e ACLI che prevedono la gratuità per i cittadini. Mediamente le richieste di contributi per il riscaldamento pervenute agli uffici sociali sono circa 20-25 all’anno e prevedono l’eregozione di contributi complessivi per circa 3.800 euro.

Inoltre, su iniziativa del Sunia – Sindacato Unitario Inquilini e Assegnatari, concordemente con A.N.C.I. – Associazione Nazionale Comuni Italiani, l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto l’applicabilità dell’aliquota Iva al 10%, sulle forniture di gas metano per le abitazioni appartenenti a condomini o ad immobili di cooperative abitativi, serviti da impianti centralizzati. L’applicazione del beneficio fiscale, che potrà valere anche per le forniture già avvenuto con specifica richiesta, si applica nel limite quantitativo di 480 mc/anno per singolo utente finale, calcolato moltiplicando 480 per il numero di utenti esclusivi dell’impianto centralizzato. L’agevolazione va riferita ai condomini che sono allacciati esclusivamente all’impianto centralizzato alimentati a gas metano o gpl per usi civili e che non fruiscono di un’utenza autonoma, sulla quale hanno già potuto applicare il beneficio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.