IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Locali da ballo: in 40 studiano per l’esame da buttafuori

Savona. Quaranta buottafuori professionali saranno disponibili per le serate estive della Riviera savonese, tra discoteche e altri locali. Tanti sono, infatti, gli iscritti al corso di formazione che si sta svogendo alla Confcommercio, destinato a regolamentare un mestiere storicamente ibrido e rimasto a lungo nel cono d’ombra legislativo.

“I corsi hanno ricevuto molte richieste al loro avvio, tanto che abbiamo dovuto estendere il numero dei posti. Finalmente dopo troppi anni di lacune normative, figure professionali preparate e capaci di collaborare attivamente con le forze dell’ordine garantiranno la sicurezza nei locali” spiega Fabrizio Fasciolo, presidente del Silb, il sindacato che riunisce le imprese che operano nell’intrattenimento da ballo.

“Le persone formate da questi corsi – prosegue Fasciolo – svolgeranno un compito di gestione della sicurezza a pieno raggio. Saranno in grado di rapportarsi professionalmente con la clientela ma, grazie alla formazione che stanno effettuando, avranno anche nozioni di primo soccorso, con tanto di abilitazione, e di antincendio”.

Il Silb, aderente a Fipe-Confcommercio, ha sempre incoraggiato l’inquadramento normativo degli addetti alla sicurezza. Ora chi supererà l’esame del corso provinciale sarà certificato e potrà richiedere l’iscrizione allo speciale albo istituito in Prefettura. “Gli iscritti al corso sosterrano un esame finale il prossimo 28 marzo” sottolinea Fasciolo. In tempo quindi per l’apertura della stagione estiva.

Tramonta l’idea del buottafuori grande e grosso dall’aria truce. Perlomeno, lo stereotipo sarà presto surclassato da addetti specializzati con specifici requisiti: maggiorenni, incensurati, dotati di self-control e, soprattutto, con una formazione giuridica, tecnica e psicologica ben precisa. Secondo il decreto approvato dal Ministero degli Interni. D’ora in avanti chi intende seguire una vera e propria carriera come addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo, in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi, semplicemente potrà seguire l’apposito corso e chiedere l’iscrizione nell’albo prefettizio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …no questi problemini di bassa lega forse li hai tu: io sono sempre entrato in ogni locale…e non mi è mai capitato che i buttafuori si permettessero di chiedermi qualcosa… sai com’è…
    Sono problemi di altro tipo quelli all’origine dei post. Riguardano in questo caso il diritto, le competenze professionali e anche la tutela delle funzioni dello Stato. Cose che tu, probabilmente vedi ocme inutili ma che hanno cnsentito anche a personaggi come te di fruire della libertà e della sicurezza pubblica in uno Stato libero e democratico.
    Mi spiace che siano stati cassati dalla redazione i link di IVG di articoli passati ove sono stati coinvolti buttafuori… Era una rinfrescatina della memoria sugli interessati dall’operazione di “sdoganamento” in atto che suona davvero maluccio.
    Ho intenzione di richiedere un interrogazione in merito tramite qualche parlamentare…
    Inoltre, non esitero’ a segnalare agli organi competenti ogni violazione in materia, delle violazioni o usurpazioni di pubbliche funzioni ogni volta che sarà necessario….

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    @higtech . . ma quanta acredine e così tanti interventi per questo articolo !! non è che non ti hanno fatto entrare al BFLY di Loano e per questo sei così incazz. . . con i buttafuori ?? ti hanno anche sculacciato ??

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …ma la csa piu’ comica di tutte è (purtoppo a termine di Legge…ma chi l’avrà scritta?) :udite udite…: “L’ALBO DEI BUTTAFUORI -PROFESSIONISTI-“… ERA MEGLIO ….L’ALBUM!!!! ah ah ah ahahahaAHAHAHAHAHA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ne conosco uno che è imbottito di coca da far schifo ed è pure violento….pensate un po’…gli arriva un ragazzino minore il quel sarà giuduicato se “idoneo” .. da costui e secondfo come gli gira se il ragazzino insisterà anche …magari lo prende pure a pugni in faccia e lo manda all’ospedale….
    Chissà se con il corso e la regolarizzazione i buttafuori sarano anche abilitati al porto d’armi… o chissà al manganello telescopico (che tutti hanno sotto la giacca da sempre) o al TAZER o allo spray narcotizzante (quello abusivo)…. .. Poi dopo, magai .,…in questo paese delle banane,… chissà …gli daranno anche la qualifica di incaricati di pubblico servizio (come già è purtroppo accaduto con gli sceriffi..).!!!!! Poi daranno loro la facoltà di perquisire la gentew e generalizzarla e poi magari anche di arrestarla…. !

  4. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Tanto per fare qualche esempio sul genere di personaggi di cui si parla…..come dicono giustamente freeholly e bandito, indico qualche simil-link (manca IVG… per non incorrere nell’infrazioe ndi aver indicasto piu’ di 3 ..)

    /2010/07/rissa-al-bfly-tra-buttafuori-e-un-marocchino-intervengono-i-carabinieri/
    /2010/04/rissa-tra-albanesi-26enne-condannato-a-4-anni-e-8-mesi-per-tentato-omicidio/
    /2009/11/savona-rissa-alla-compagnia-delle-indie-una-condanna/
    /2008/04/alassio-rissa-al-joy-scarcerato-gentian-bacuku/
    /2008/04/maxi-rissa-alla-discoteca-joy-di-alassio-sei-arresti/
    …ecco a chi il potentissimo SILB dei gestori di balere e osterie intende appaltare la sicurezza di ragazzini e clienti tutti…!
    Ma fateci il piacere……

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Daccordo con Freeholly e Bandito:
    …Il corso, nato dall’esigenza dei gestori delle balere di avere una polizia interna a basso prezzo, nasce GIA’ FALLATO sotto l’aspetto normativo.
    Infatti, queste figure professionali che io continuo a chiama re BUTTAFUORI , NON POTREBBERO ESISTERE nella loro reale funzione, in quanto NON SONO LEGALI.
    Nemmeno impiegando delle guardie private (gli “sceriffi”) si potrebbe agire a tutela della sicurezza delle persone.
    Non lo dico io ma il T.U.L.P.S.
    Quindi: i nuovi buttafuori nascon già con una evidente contraddizione. Per essere guardie dedite alla tutela di cose mobili e immobili non sono titolati perchè occorrerebbero delle G.P.G. (Guardie particolari giurate o “sceriffi”) mentre per essere impiegati (come EFFETTIVAMENTE E ABUSIVAMENTE SONO e SARANNO) ad operare per la sicurezza pubblica (dei clienti ) sono perfettamente ILLEGALI cosi’ come lo sarebbero anche le Guardie Giurate. I gestori delle balere lo sano bene e in Toscana sono stati denunciati in una moltitudine,,, Li hanno sempre utilizzati perchè costano MENO delle GPG ma in ogni caso, si è voluto reloamentare cio’ che NON è REGOLAMENTABILE PERCHè LA SICUREZZA DELLE PERSONE e la materia di P.S. è esclusivo e NON demandabile competenza delle Forze dell’Ordine. Tutto il resto è una buffonata.
    Come li inquadreranno, formalmente? Se li mettono come portinai o addetti alla cassa, come facciata va bene ma i reali compitiv che svolgeranno saranno sempre ABUSIVI, anche con un corso di formazione a cura dei NAVY SEAL!!!
    La solita pagliacciata all’italiana….. e avanti con le privatizzazioni!