IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano: Carnevaloa ai nastri di partenza

Loano. Oggi a Loano, prende il via la ventesima edizione di Carnevalöa, manifestazione organizzata dall’Associazione Vecchia Loano con il contributo dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura.

Sarà un’edizione inedita. Non ci saranno i carri allegorici, ma una nutrita presenza di gruppi a piedi e di maschere provenienti da tutta Italia. Ad inaugurare il programma sarà la “Cena di Gala e il Gran Ballo in maschera” che si svolgerà nel salone delle feste del Residence Loano 2 (Prenotazione obbligatoria tel. 019.675778). Domani, domenica 30, si entrerà nel vivo della kermesse carnevalesca con la Gran Sfilata delle maschere. Alle ore 15.00 da Piazza Italia partirà il corteo che sfilerà su Corso Roma.

Ad aprire la sfilata sarà la Banda Folkloristica “Rumpa e Streppa” di Finale Ligure con le Majorettes. Seguiranno le delegazioni dei carnevali gemellati e i fantasiosi gruppi a piedi. Il corteo si chiuderà con la maschera ufficiale del Carnevalöa, il Beciancìn, e con il Re del carnevale loanese “Pue Pepin”. Sono 35 le delegazioni che saranno presenti quest’anno e sfileranno alcuni dei personaggi carnevaleschi più famosi, quali Brighella, Arlecchino e Colombina (Bergamo), Balanzone (Bologna), Burlamacco e Ondina (Viareggio) e Gianduja e la Giacometta (Torino).

Giungeranno dalle regioni del Nord Ovest le tantissime maschere gemellate con il carnevale di Loano: Il Moro e la Bela Monregaleisa (Mondovi), Il Bicciolano e la Bela Main (Vercelli), Re Biscottino (Novara), l’Abbà e la Bela Tulera (Chivasso), i Cavalieri della Comenda (San Giusto Canavese), Ciaferlin e la Bela Castellana (Saluzzo), Monsu’ Asparu e Madama Tumatica (Cambiano), Re Peperone (Carmagnola), I Saraceni (Chieri), I Marchesi Paleologi (Chivasso), il Pirin e la Main (Oleggio), la Lunetta (Moncalieri), il Lavande’ e la Lavandera (Borgo Bertolla-Torino), la Bela Ceresera e Monsu Grafion (Pecetto Torinese), Gianduja e la Giacometta (Racconigi), Bela Sparsera, il Ciatarin e Rettore (Santena), lo Stato Maggiore (Santhia’), la Bela Ranera e Martin Pescatore (Villastellone), il Re e la Regina del Fuoco (Brusasco), Marghe’ e la Tessoira (Collegno), Mulin e la Mulinera (Giunchio – Ailoche – Biella), il Ciulin (Graglia), il Pulente’ e la Pulentera (Orbassano), i Conti di Vernone (Marentino), il Filande’ e la Filandera (Mathi). Non mancheranno Cicciulin e i suoi marinai dell’Associzione “A Campanassa” (Savona) e le maschere Muminin a pescea e Meneghin u treggia (Varazze), U Baciccia (Vado Ligure), U Liviu, la Tina e l’articiocco (Arnasco), Nuvarin der Caste’ e la Castellana (Cairo Montenotte).

La sfilata sarà, poi, arricchita dai gruppi a piedi che presenteranno fantasiosi costumi a tema: “Le carte Napoletane” (I Leccadefà di Pieve di Teco), “People of the night” (Milano), “I Blues Brothers” (Borghetto Santo Spirito), “Samba do Brasil” (Arnasco), “Balletto nel bosco” (Bardineto), “Cappuccetto Rosso” (Varazze), “Carnevalando” (Noli) e i gruppi loanesi “Il Circo” (Scuole Rossello Loano), “Danza la panza” (Gruppo I Matetti –Loano), “I Turisti” (CTG Loano) e “Waka waka” (Vecchia Loano Dance).

Il corteo raggiungerà Piazza Mazzini e poi tornerà in Piazza Italia, sempre percorrendo Corso Roma. Nella piazza del comune, davanti a Palazzo Doria, il Sindaco di Loano, Angelo Vaccarezza, consegnerà la chiave della città al Beciancìn.La festa in piazza proseguirà con tanta musica da ballare. Speaker ufficiale del carnevale loanese sarà Luca Valentini di Radio Onda Ligure, che avrà il compito di presentare le tante maschere che sfileranno. Il programma del Carnevalöa, proseguirà con due appuntamenti dedicati ai più piccini, il Carnevale dei Bambini, in programma Domenica 6 febbraio, in Piazza Italia e Domenica 13 febbraio, in piazza Massena, alle ore 15.00. I due pomeriggi di festa saranno animati da balli in maschera e giochi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.