IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, scritte nel sottopassaggio: una rimossa, le altre rimangono (fotoservizio) foto

Finale Ligure. Gli interventi del Comune sono parziali e le scritte rimangono, moltiplicandosi esponenzialmente. Si presenta come il tempio dei grafomani il sottopassaggio della stazione finalese. Da qualche giorno una delle frasi del writer di turno è stata sbiancata, ma gli altri segni, disegni, scarabocchi e simboli di “street art” continuano a fare mostra di sé. Più che di elaborazioni creative, si tratta di frasi offensive o dettate da scariche ormonali.

Gli interventi per ripulire non sono tanto numerosi quanto le lagnanze dei pedoni, che ogni volta assistono (volenti o nolenti) alla galleria variopinta. Elevato il transito nel sottopasso, per l’andirivieni dei pendolari diretti o provenienti dalla stazione, che si fa ancora più intenso d’estate con i tanti turisti che affollano Finale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lollo63

    @folgore ti appoggio totalmente questo e il turismo rimasto ma purtroppo attualmente di più non si può ,stanno facendo la politica dei cementi,ecc ecc hai visto l’uscita di Finale dell’autostrada( c’è una boscaglia dove prima era una uscita decorosa)?Fa schifo come tante altre cose che sino ad un po di tempo fa c’erano ed adesso sono sparite ma però abbiamo più garage in vendita,e mi fermo li non ci vuole nulla a controllare con telecamere,ma e meglio e più redditivo bastonare con le telecamere in altri posti (semafori,ingressi principali ecc ecc) mentre sapendo che i sottopassi sono luoghi di atti vandalici vengono ignorati come tanti altri luoghi al di fuori del centro di Finale Credimi ti potrei are la lista.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Se qualcosa non funziona …. qualcuno deve intervenire.
    Il vigile urbano di riferimento in una parte del territorio dovrebbe notare se qualcosa non va’:
    un buco pericoloso nel marciapiede …. manda la multa al responsabile di quel marciapiede e se non provvede entro xxx avvia una procedura per eliminare il pericolo.
    scritte oscene sul muro …. stessa cosa.

    L’amministrazione che opera male …. a forza di multe dovra’ spiegare perche’ non combina nulla …. perche’ non ha piu’ fondi ….. perche’ non sa’ fare nemmeno la normale amministrazione di cio’ che dovrebbe amministrare.

    E se per caso e’ il cittadino che si rivolge a ? …. per segnalare il pericolo, il problema mentre chi e’ responsabile di quella parte di territorio e’ affacendato in ufficio a giocare con internet …. beh in questo caso la multa …. anche al responsabile locale …….

    Solo in questo modo le cose comincerebbero a funzionare.

  3. F.F.
    Scritto da F.F.

    Writer? Street art? Mandiamo loro e i loro genitori a pulire i muri…

  4. folgore
    Scritto da folgore

    @carpenter,
    ce ne sono 2 nel sottopasso, visibili anche dalla foto(i due scatolotti bianchi) 7 sui binari e altre 5 o 6 tutt’attorno, ma per essere efficaci bisogna collegarle ad uno schermo e controllare poi gli schermi!!!
    E’ il solito ennesimo servizio scadente delle FS!
    Comunque noto che chissà come mai nei periodi di vacanze (natale, pasqua ed estate) si moltiplicano eventi di questo tipo atti di vandalismo ecc ecc, tanto per far capire quale genere di turismo ci è rimasto, i migliori se li sono cuccati Pietra e Loano e a noi restano gli scarti…e si vede.

  5. carpenter
    Scritto da carpenter

    Perche non si installano le telecamere come nel sottopasso dell’aurelia ?
    Se non sbaglio sono state utili per identificare gli “ARTISTI ” che hanno offerto la loro opera nel sottopasso rimesso a nuovo da poco