IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Federalismo, Vinai: “Decreto confuso, così Comuni liguri al collasso”

Genova. “Non votatelo, non votatelo, non votatelo”. La presa di posizione di Marta Vincenzi, sindaco di Genova e presidente Anci Liguria, sul federalismo fiscale municipale è stata dura, ancora più netta dopo che, oggi pomeriggio, il ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, ha rifiutato la proposta del presidente Anci nazionale, Sergio Chiamparino, a riaprire il tavolo del confronto riportando il testo in sede di Conferenza Unificata.

Anci Liguria con i suoi 235 Comuni sparsi su costa e entroterra guarda al decreto come a una grande minaccia. “Quello che avevo previsto si sta verificando – ha spiegato Pierluigi Vinai, segretario Anci Liguria – questo schema di legge è pieno di incertezze e confusione, non dà, cioè, certezze sui tempi, nè garanzie sulle risorse. I Comuni, dopo la politica di tagli trasversali, sono ridotti all’osso. Alcuni che possono ancora operare virtuosi pianificazioni economiche, ma altri, per loro intrinseca debolezza o per la conformazione del territorio in cui sono, non possono proprio tagliare alcuna spesa”.

“Proprio per questo – ha sottolineato Vinai – abbiamo proprosto al Ministro di approfondire meglio il decreto, perchè il federalismo, verso cui noi non abbiamo una preclusione a priori né un’opposizione velleitaria, non può essere una parola vuota o una bandiera per far contenti gli elettori, al contrario deve essere concreto. Questo non lo è, e, anzi, è dimostrabile punto per punto che non funzionerà. Porterà al contrario i Comuni della nostra regione, già in affanno oggi, ad una condizione di grande sofferenza domani. Confidiamo – ha concluso Vinai – che stasera nel nuovo colloquio tra la delegazione Anci e il ministro Calderoli possa uscire un ripensamento e soprattutto una generale ragionevolezza da parte del Governo”.

Nel caso arrivasse un altro rifiuto, Marta Vincenzi e Anci Liguria lanciano l’appello a tutti i parlamentari liguri: “Il federalismo voluto dal ministro Bossi ammazza i Comuni, centralizzando le entrate. Senza modifiche, questo federalismo municipale ucciderebbe i Comuni, che non arriverebbero al 2014, e il Paese non ce la farebbe più. Non votatelo, non votatelo, non votatelo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.