IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ex Colonie Milanesi di Celle: progetto verso la revisione

Celle Ligure. Sarà all’esame del consiglio comunale di Celle, in vista per i primi di febbraio, la riprogettazione delle ex Colonie Milanesi. Le osservazioni raccolte nella conferenza preliminare verranno recepite dal parlamentino e l’iter ripartirà con un nuovo piano di lavoro.

Il progetto di ristrutturazione della vasta struttura sull’Aurelia non cambierà di molto: sono infatti lievi (almeno per ora) gli elementi che modificheranno gli aspetti architettonico-paesaggistici. Il punto più rilevante riguarda il padiglione Sessa, che non dovrà essere demolito e ricostruito con lo stesso impianto volumetrico, ma dovrà rinascere come una struttura a gradoni che si inserisca nella collina. Un’indicazione, questa, data dalla Sovrintendenza per mitigare l’impatto ambientale del padiglione, destinato ad ospitare la residenza turistico-alberghiera.

“Sostanzialmente viene mantenuta la proposta progettuale originaria” sottolinea l’assessore alla pianificazione Remo Zunino. “L’amministrazione comunale si è confrontata già con la committenza, mentre nel prossimo consiglio comunale prenderemo atto delle modifiche che sono frutto della preconferenza e del concerto tra gli enti locali”.

La revisione del progetto, quindi, non tocca la sostanza: le ex Colonie Milanesi, ferme da oltre trent’anni, vedranno sorgere un albergo a quattro stelle, una residenza turistico-alberghiera e un centro benessere; secondo quanto sancito dal protocollo d’intesa tra Comune, Regione Lombardia e GHV Spa (di cui fa parte Infrastrutture Lombarde). Il progetto sarà meno impattante, con attenzione più marcata per la cornice paesaggistica. Confermata la piantumazione dell’area a monte delle ex Colonie.

“Rimangono intatte le prospettive occupazionali e le positive ricadute sul territorio che avrà questa operazione. Il nuovo progetto vedrà in particolare un edificio più integrato nel verde, a basso impatto ambientale, al posto dell’attuale padiglione Sessa. Come amministrazioni ascoltiamo da una parte le ragioni imprenditoriali e dall’altra quelle istituzionali che correttamente vanno nella direzione della compatibilità ambientale” assicura Remo Zunino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Mi chiedo se la capacita’ ricettiva della zona non sia gia’ ampiamente superiore alla necessita’.

    Io credo di si’ ….. un nuovo albergo … sara’ del tutto inutile o foriero di perdita di lavoro in altre strutture gia’ presenti.

    Perche’ ….. invece di un albergo quattro stelle attivo pochi mesi all’anno ….
    perche’ … non viene convertita la ex colonia …. in una colonia …. per detenuti in attesa di giudizio … non pericolosi …. ma persone (al momento ancora innocenti) ed in grado di pagarsi le spese di una detenzione in un luogo sicuro ma non necessariamente una prigione sovrappopolata ……?

    Se lo sviluppo venisse fatto con soldi privati (ovviamente con pieno controllo dello Stato) questi quattrini salterebbero fuori in abbondanza …. sono tante le persone che pensano …. o potrebbero pensare …. mi sono sempre comportato bene …. ma …. non si sa’ mai …….

    Una soluzione di questo tipo avrebbe ricadute occupazionali sugli alberghi (gia’ esistenti) della zona per le trasferte di quanti con questi “detenuti in attesa di giudizio” hanno rapporti di lavoro o affettivi (avvocati, parenti ……) tutta gente che mangia, beve, dorme … e …. mentre aspetta l’orario delle visite …… magari fa’ shopping ….. tutto l’anno …. e non solo nei mesi estivi.

  2. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    Neanche Cappuccetto Rosso rintronata crederebbe al fatto che sarà davvero un albergo. Ma daiiii…..

  3. Scritto da Droppy

    Incrociamo le dita che non avvenga l’ennesima colata di cemento fronte mare.