IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni comunali Alassio, Avogadro: “Sì ad una ‘Grande Alleanza’ col Pd”

Alassio. L’ipotesi di una “Grande Alleanza” lanciata dal Pd alassino comincia a prendere forma. Il secondo pezzo del puzzle, che potrebbe unirsi alla coalizione voluta dal partito di centrosinistra, è la lista civica “A come Alassio” capitanata da Roberto Avogadro.

“Abbiamo già incontrato il Pd tempo fa e, in effetti, ci siamo trovati d’accordo su molti punti – dice l’ex sindaco alassino -. Vogliamo dare vita ad un nuovo modo di fare politica, più trasparente, più vicina alla gente. In concreto poi, siamo d’accordo nella realizzazione del depuratore consortile a Villanova D’Albenga, nella necessità di un rilancio a livello turistico con una programmazione più rigorosa, nella valorizzaizone delle zone collinari, solo per fare qualche esempio. Per non parlare di quella che da tempo viene definita ‘questione morale’: riteniamo che non sia tollerabile che un Comune sia governato da amministratori pubblici che hanno accumulato avvisi di garanzia e rinvii a giudizio. Per questo ci diciamo aperti e disponibili ad un accordo con il Pd”.

“La nostra è nata come una lista civica aperta a persone oneste e anche al contributo di quei partiti che condividessero i nostri obiettivi e ideali – prosegue Avogadro -. Certo, noi proponiamo una politica che ‘guarda’ più al centro, e realtà come ‘Altrocantiere’ sono un po’ lontane da noi. Ma siamo comunque disposti ad accogliere favorevolmente la proposta del Pd se il programma combacia con il nostro”. E, a chi dovesse accusare l’ex sindaco leghista di incoerenza, il coordinatore di “A come Alassio” risponde: “Non rinnego assolutamente nulla. Tant’è che ho anche incontrato gli esponenti della Lega Nord. E chissà che anche con loro non si possa convergere su alcuni punti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. gabbiano
    Scritto da gabbiano

    Caro Biagio non vedo l’ora di vedere questi
    o/i mome/i così di grande spessore. Chissà da dove arriveranno, ma spero che veramente ci siano perchè stando le cose come stanno oggi “poveri noi”….

  2. sudor
    Scritto da sudor

    D’accordo con H. M. sopra. Analisi realistica e a mio dire azzeccata.

  3. Scritto da Girolamo

    Per Hakuna Matata. A ragionare in termini di postfascisti e postcomunisti non credo si vada lontano. Siamo nel 2010 e la barca sta affondando… noi tutti ci siamo sopra e cerchiamo di uscirne con la testa e con il cuore, ma evitando se possibile di tirare fuori gli steccati ideologici del ‘900. Per Biagio. Stai tranquillo che i pezzi da novanta sono pronti ad essere calati da entrambe le parti. Una cosa però voglio dirti. Se il PDL schiererà una squadra ed un candidato sindaco in grado di portare Alassio fuori dal guado…beh, ben venga. In fondo quello che vogliamo tutti è che ad Alassio torni ad esserci cura ed amore per la città. Attualmente mi pare invece ci sia una grossa stanchezza.

  4. Scritto da Biagio MURGIA

    Comunque la partita non è nemmeno iniziata; siamo ancora negli spogliatoi. A breve si caleranno i pezzi da 90 e qualche nome non certo sbandierato ma vi posso garantire di grande spessore e che darà un bel scossone ai vari Avogadro, Galtieri.alleanza PD ecc. a giorni saprete……………..

  5. Ciccio Formaggio
    Scritto da Hakuna Matata

    a Girolamo, attaccarsi agli specchi è arte antica, ma agli specchi unti è arte impossibile!
    Avogadro (vedere suo sito) ha già fatto un accordo con FLI (e cioè i postfascisti di Fini).
    Ora vuole anche i postcomunisti.
    Il richiamo della poltrona è più forte del richiamo della giungla.
    Non bisogna solo vincere, bisogna anche governare con la dignità dei propri ideali.
    Faccia anche entrare anche l’UDC e Forza Nuova, così il pastrocchio (comunque perdente) sarà completo.
    Tutto e il contrario di tutto.
    Penoso, tutto molto penoso per chi è stato senatore della Lega Nord.