IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni Alassio, Melgrati: “Pd ridicolo. Avogadro? Lo ‘Smemorato di Montalcino’”

Alassio. In arrivo “tuoni” e “saette” da Genova, dove Marco Melgrati, impegnato nel suo ruolo di consigliere regionale, accoglie con indignazione – per usare un eufemismo – la decisione di Roberto Avogadro, coordinatore della lista “A per Alassio” (sarcasticamente definito dall’esponente del PdL come “Lo Smemorato di Montalcino” dal luogo in cui l’ex senatore leghista aveva acquistato un agriturismo), di accogliere la richiesta del Pd alassino e di convergere in una grande alleanza che mira a mandare a casa l’attuale amministrazione comunale di centrodestra. Un’alleanza che, secondo Melgrati, sarebbe priva di progetti e candidati credibili.

“Finalmente il Partito Democratico Alassino ha gettato la maschera – esordisce Melgrati -. L’accordo con Avogadro sancisce l’impossibilità del Pd (già PCI-PDS-DS) di trovare un candidato credibile alla carica di Sindaco della città di Alassio, appoggiandosi al suo ex-nemico, lo ‘Smemorato di Montalcino’, al secolo Roberto Avogadro, sempre che lo stesso sia ‘credibile’. Un partito allo sbando, senza truppe né generali, disposto a portare i suoi quattro voti al teorico del ‘sano egoismo’, nella vana speranza di un posto al sole, anzi all’ombra di Avogadro, che nel frattempo ha già firmato un’alleanza con i postfascisti finiani di FLI (ad Alassio due gatti, nemmeno quattro…). Una coalizione vista solo in Sicilia e i cui esiti disastrosi li stanno pagando tutti gli italiani”.

“Sarà difficile dimostrare, però, agli elettori del PD che alla stessa persona che ‘se lo portava già menato da casa’ (così rispondeva alle interrogazioni dei consiglieri del PCI-PDS-DS in Consiglio Comunale), saranno costretti a svendere falce e martello – prosegue l’ex sindaco alassino -. Per totale mancanza di una classe dirigente, i nipotini di Stalin dovranno votare questo disoccupato della politica, ora considerato dal Partito Democratico la persona giusta per fare da capolista e candidato Sindaco per la propria parte politica. Quello stesso Avogadro che da Sindaco fece chiudere più di 50 alberghi trasformandoli in alloggi, e che, sostenendo pubblicamente che il turismo non aveva futuro in Alassio, scelse di investire i soldi guadagnati come Senatore della Liguria – eletto nel collegio della nostra città – andando ad acquistare e gestire alberghi in Toscana”.

“Il nostro ‘smemorato’ dice di essere coerente, ed in effetti è coerente con il fatto che ha già saltato tutti i fossi e più volte. È già stato a destra, al centro, a sinistra, sotto e sopra, con evoluzioni degne del più efferato kamasutra della politica. Quando ne ha avuto convenienza è stato Sindaco e Senatore della Lega, poi ha appoggiato il centro-sinistra alle elezioni regionali con il candidato Mori, poi ha sostenuto nuovamente il centro-destra. Ora è ritornato filo-comunista. Davvero un esempio lampante di coerenza! Lo stesso Avogadro che ha approvato, da Sindaco, il Piano Regolatore che oggi dice essere la madre di tutte le cementificazioni. Lo stesso che ha comprato l’area di Sant’Anna destinandola alla depurazione, ed ora vuole andare a depurare a Villanova, a monte della sensibilissima falda dove Alassio attinge l’acqua potabile. Complimenti! Siamo sicuri che gli elettori del PD hanno trovato la persona giusta da votare per dare finalmente una svolta alla politica della città, un volto nuovo per Alassio. E gli elettori di centrodestra sapranno finalmente con chi hanno a che fare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Biagio MURGIA

    Concordo pienamente con quanto scritto dal Consigliere Regionale MELGRATI e aggiungo: ma questa gente lo sa che in base alle nuove Leggi per quei comuni come Alassio, gli assesori e i consiglieri comunali sono stati ridotto drasticamente (mi sembra meno della metà di quelli attuali) e allora mi chiedo: se fanno tutte queste alleanze (A, come AVOGADRO, F.L., D.S. magari anche Galtieri e via dicendo) COME FARANNO AD ACCONTENTARE TUTTI PER LE POLTRONE??? E CHI TRA QUESTI DOVRA’ ESPRIMERE IL CANDIDATO SINDACO???? Mi viene proprio da ridere……….

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    . . . e purtroppo lo abbiamo anche sostenuto e votato !! MEA CULPA, MEA CULPA . .