IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dissesto idrogeologico: Morgillo (Pdl) contesta i dati della Regione

Regione. “Ci dispiace che Guccinelli si agiti così tanto. Non abbiamo fatto altro che ripetere  quanto dichiarato dal Commissario Europeo in risposta ad una interrogazione del europarlamentare On. Mario Mauro, il quale era in possesso dei dati relativi al 31 agosto 2010. Dati che abbiamo utilizzato per accusare le giunta regionale di lentezza nella spesa dei fondi della Comunità Europea”. Così dichiara il Consigliere regionale del Pdl Luigi Morgillo in merito ai dati diffusi questa mattina dalla Giunta Regionale sulla questione del  dissesto idrogeologico.

Secondo Morgillo le informazioni fornite dall’assessore Guccinelli non fanno altro che confermare le forti preoccupazioni in merito alla situazione ligure: “anzi sotto certi aspetti le rafforzano in quanto abbiamo avuto la certezza che solo 17 milioni sui 140 destinati all’asl 3 sono stati adibiti all’assetto idrogeologico. Il  fatto ancora più grave emerso è che ad oggi sono stati effettuati impegni di spesa a favore dei Comuni interessati ai progetti di riqualificazione urbana per circa il 72% del valore complessivo. Se questo dato lo confrontiamo  con la previsione stimata, gli appalti dovranno essere eseguiti probabilmente verso la fine del 2011”.

“Non ci sembra che partendo da tali previsioni si possa valutare, come invece sostiene l’Assessore Guccinelli, che i tempi di spesa siano buoni – dice ancora il Consigliere regionale del Pdl-. I nove progetti da 140 milioni di euro, incominceranno a vedere    realmente spese le risorse se tutto andrà bene dal 2012 in poi e considerando che il programma operativo regionale dovrebbe completarsi nel 2013, ci sembra di poter dire che come al solito arriveremo fuori tempo massimo per il completamento della spesa”.

“Per quanto attiene la scarsa attenzione delle risorse per il dissesto idrogeologico -prosegue Morgillo – le cifre illustrate dall’assessore Guccinelli parlano già da sole. Ma a confermare il tutto  basta andare sul sito della Regione Liguria(www.regione.liguria.it/argomenti/affari-e-fondi-europei/por-fesr-2007-2013/gli-assi-del-por-fesr/asse-3-sviluppo-urbano.html) per verificare con mano come sono stati sintetizzati i progetti approvati e quale valenza sia stata data alla strategicità all’interno dell’asse 3 “sviluppo urbano” azione 3.3 riguardante la difesa del suolo e la prevenzione dei rischi naturali”.

L’esponente del Pdl poi chiarisce di chi siano le vere responsabilità di questa situazione: “Noi contestiamo il fatto che su circa 1 miliardo di risorse tra Por-Fas-Psr la percentuale destinata alla difesa del suolo e al dissesto idrogeologico è bassissima. Se a questo si aggiunge che nel bilancio 2011 alle voci in questione non sono assegnate risorse, le responsabilità di chi è deputato a programmare le risorse e gli interventi della regione sono chiare”.

“A poco serve, come fa l’assessore Guccinelli, tirare in ballo la minoranza che responsabilmente ha presso atto degli indirizzi del Por ma che non ha competenze sulle successive misure attuative dello stesso come degli altri strumenti di programmazione degli investimenti. Solamente oggi, dopo gli eventi calamitosi che si sono abbattuti sulla nostra Regione, la giunta si è accorta che vi è la necessità di mettere in sicurezza il nostro territorio, quando invece per anni ha trascurato le indicazioni censite dai piani di bacino e da quelli per la difesa del suolo” conclude Morgillo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.