IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, sotto sequestro la scuola delle Muragne: cinque indagati

Ceriale. Sotto sequestro “probatorio” il plesso scolastico delle Muragne a Ceriale. L’edificio scolastico D. M. Serrato era stato dichiarato inagibile nel settembre scorso, a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, per un cedimento strutturale che aveva costretto l’amministrazione comunale a trasferire gli alunni delle elementari presso l’istituto Carbonetto. Cinque sono le persone indagate dalla magistratura savonese: le ipotesi di reato sono falso, crollo doloso, truffa e danneggiamento di edificio.

A seguito degli accertamenti svolti dagli organi investigativi e sulla base delle analisi tecniche relazionate all’autorità giudiziaria il sostituto procuratore Danilo Ceccarelli ha disposto il sequestro dell’edificio per stabilire le responsabilità nei lavori di ampliamento effettuati sulla struttura nel lontano 1981, e accertare così, da un punto di vista tecnico, le modalità che hanno portato al cedimento registrato negli scorsi mesi.

Sono stati i carabinieri di Ceriale ad eseguire il provvedimento richiesto dagli organi inquirenti. Nel mirino della magistratura sarebbero finiti alcuni interventi di manutenzione che, secondo l’accusa, sarebbero stati realizzati senza la presenza di ferro per rendere più sicuro l’immobile. Iscritti nel registro degli indagati l’allora sindaco Aldo Gianatti, l’architetto Italo Gafà progettista dell’intervento, Filippo Ventura capo ufficio tecnico in pensione, Piero Piccioni titolare della ditta che ha eseguito i lavori e Mario Frumento l’ingegnere collaudatore. I reati non sono precrivibili perché il Comune ha firmato lo sgombero della scuola nel settembre scorso.

Ai periti che saranno nominati dal pm verrà conferito l’incarico di elaborare una relazione tecnica sul cedimento della struttura con l’obiettivo di avere ulteriori elementi di prova necessari per procedere con l’inchiesta aperta dalla Procura savonese e definire con precisione le responsabilità penali nell’intera vicenda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.