IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carceri, il 2011 inizia male: appello per risolvere problema sovrappopolamento

Più informazioni su

Il 2011 delle carceri italiane, per la Uil Pa penitenziari, si apre esattamente come si è chiuso il 2010: in questi primi giorni, ricorda il sindacato, ci sono state già tre morti per cause naturali a Lecce, Frosinone e Livorno (probabilmente correlate allo stato detentivo), un suicidio all’Opg di Aversa il 4 gennaio e diversi momenti di violenza con la rissa di Porto Azzurro a fare da capofila.

La Uil Pa penitenziari spiega come la presenza di 22.643 detenuti in più rispetto alla capienza massima, rilevata al 31 dicembre scorso, sia la fotografia più nitida dell’universo carcere e dell’anno scorso contraddistinto da proteste, morte e violenza. Numeri che, dice il segretario generale Eugenio Sarno, “nella loro spietata freddezza possono valere più di qualsiasi commento. E’ necessario adoperarsi perche’ si affermi una coscienza sociale rispetto al dramma penitenziario che, in tutta evidenza, non trova sufficiente attenzione da parte della quasi totalità del ceto politico, sempre piu’ insensibile e distante verso una delle più drammatiche questioni sociali del Paese”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Non dubitate che verso fine mandato … avvicinandosi il nuovo turno elettorale verranno stanziate forti cifre per le carceri probabilmente verranno deviate da stanziamenti previsti per asili, scuole, maternita’.

    (In fin dei conti un politico a fine mandato pensa al futuro …. e di certo non avra’ bisogno di asilo ne di scuola ……. )