IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carabinieri di Albenga: nel 2010 in calo denunce e furti, in crescita gli arresti

Albenga. Il 2010 è andato in archivio ed è tempo di bilanci per la Compagnia dei Carabinieri di Albenga che vigila sull’ordine e la sicurezza nel territorio che, dall’Albenganese, si spinge fino a Varigotti. “Gli uomini delle nostre sei stazioni, impegnati nei 16 comuni della giurisdizione, nel 2010 hanno sviluppato 6100 servizi esterni” spiega il capitano Sandro Colongo della Compagnia albenganese.

I reati complessivamente seguiti dai militari nel corso dell’anno sono stati 3748, in lieve calo rispetto ai 4045 del 2009. Sostanzialmente stabile, in leggera crescita, il numero degli arresti, passati da 323 a 329. Le denunce in stato di libertà sono invece calate, da 1010 a 980.

Lo stesso si può dire dei furti che, nel territorio di competenza della Compagnia albenganese, sono scesi da 2026 a 1959, proseguendo in un calo ancora più accentuato rispetto al 2008, quando furono 2139. Stabile il numero degli arresti per furto: 30 nel 2009, altrettanti nel 2010.

Variano poco anche i numeri delle rapine sulla quali hanno indagato i militari: 50, tra consumate e tentate, sia nel 2009 che nel 2010. Aumentanto quelle scoperte: sono state 23, rispetto alle 20 dell’anno precedente. Sempre rispetto al 2009, in lieve diminuzione le patenti ritirate per guida in stato d’ebbrezza, passate da 79 a 76.

Le operazioni più eclatanti dell’anno appena trascorso sono state diverse. Il 9 gennaio, a Borghetto Santo Spirito, i carabinieri di Albenga indagarono con successo sull’omicidio di Francesca Bova a Borghetto Santo Spirito. A marzo, ad Albenga, vi fu l’omicidio di Hassan Oayane, ucciso da altri due stranieri per un commento di troppo sulla ragazza di uno degli assassini.

Nel mese di luglio Finale Ligure fu teatro della tentata uccisione di un commerciante bengalese, tramortito da colpi di catena. Nel mese di dicembre i militari hanno avuto parecchio lavoro. A San Bernardino di Finale c’è stato il tentato omicidio di un uomo milanese dopo una discussione con un conoscente; a Borghetto Santo Spirito sono stati arrestati due estorsori; a Ceriale sono finiti in manette due fratelli lituani responsabili di tentata rapina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. trialmen
    Scritto da trialmen

    Strano non si faccia menzione degli arresti per droga, come pirata ho letto un sacco di articoli che parlavano di persone fermate, per spaccio, dai bravi CC. di Albenga.

  2. pirata
    Scritto da pirata

    Durante l’anno ho letto molti articoli di operazioni effettuate dai CC ingauni e penso che siano in gamba, quindi mi associo alle parole di Giudice, esprimendo apprezzamento nei confronti di queste persone che ogni giorno ci tutelano.

  3. Giudice
    Scritto da Giudice

    Solo tre parole.

    Bravi.
    Come sempre.
    Grazie.