IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, l’imbattibilità del Riviera è giunta al capolinea ad Empoli

Vado Ligure. Il Riviera versione 2010/11 ha conosciuto la sua prima sconfitta stagionale. Dopo 4 partite di Coppa Italia e 17 di campionato affrontate e portate a termine con il successo, i biancorossi sono incappati in una battuta d’arresto.

L’impresa è riuscita alla Computer Gross Empolese in una partita che è scappata di mano alla Tirreno Power a causa di un primo quarto negativo, nel quale ha subito 23 punti e ne ha realizzati solamente 8. Sul finire del match la squadra di coach Ghizzinardi le ha provate davvero tutte per recuperare, ma non è mai riuscita a centrare, come invece era successo a Firenze mercoledì sera, l’operazione aggancio. Per la compagine del presidente Roberto Drocchi si chiude così la striscia positiva, complice la stanchezza maturata per il tour de force che l’ha portata a disputare 4 incontri nel giro di 10 giorni.

Partenza contratta per il Riviera che subisce due iniziative nel pitturato di Acunzo ma, soprattutto, perde alcuni palloni di troppo in attacco. Dopo tre minuti è Paleari ad iscriversi a referto, ma durante i due possessi successivi è ancora Acunzo a bucare la retina vadese per il momentaneo 8 – 2 al 5° minuto. La Tirreno Power continua a registrare qualche problema di troppo sia in in fase offensiva che in quella difensiva, subendo ancora le iniziative di Acunzo oltreché quelle di Fontani e Ghizzani che portano l’Empolese sul + 10 dopo 6’40”. Ganguzza viene sanzionato di quattro falli in rapida sequenza e l’Use scappa fino al + 15 di fine primo quarto.

La Tirreno Power prova ad accorciare con Paleari e Sacco, ma è Vallini a punire in tre occasioni ravvicinate la difesa ligure (32 – 16). Considerata la negativa percentuale da tre punti (0 su 9 fino a questo momento), il Riviera decide di provare ad attaccare nel pitturato: la scelta di Sacco e compagni si rivela azzeccata e gli uomini di Ghizzardi trovano un parziale di 0 a 6 che li riporta sul – 10. Dopo 17 minuti di astinenza dai 6,75 è Gambolati a trovare per due volte il cotone della retina (36 – 28), ma durante l’ultimo possesso è Mariotti a segnare il definitivo 40 a 29 all’intervallo lungo.

Il terzo periodo si apre nel segno di Paleari che, grazie a tre azioni consecutive, porta il Riviera sul – 7 (42 – 35). La Computer Gross reagisce con una tripla di Fontani e due tiri liberi di Damiani. Al 5° minuto la partita si accende: coach Mazzoni protesta vivacemente in quanto ritiene Cappa colpevole di aver calpestato la linea laterale in fase offensiva, gli arbitri trovano eccessive le lamentele della panchina e decidono di fischiare fallo tecnico. Subito dopo Fontani si avvicina agli arbitri e si vede anch’egli fischiare un tecnico per proteste. A quel punto Sacco viene mandato in lunetta per tirare quattro tiri liberi e ne sbaglia ben tre. Il tabellone segna 47 – 38. La partita si innervosisce, Paleari, Bedini e Sacco subiscono alcuni falli, ma la percentuale realizzativa dalla linea della carità è di 4 su 6 e il Riviera non va oltre al 49 – 42. Le proteste per un’altra presunta rimessa negata ai locali costano un altro tecnico ai padroni di casa e, in particolare, a Gelli. Sacco, ancora in lunetta, mette solo un tiro libero, che vale il momentaneo – 6 (49 – 43), ma poi è di nuovo l’Use, con Mariotti, a riportarsi sul + 10 al 30° minuto.

L’impatto dei ragazzi di coach Ghizzinardi sul quarto e definitivo periodo è positivo: dopo un assolo di Mariotti, infatti, Sacco, Paleari e Ganguzza mettono a segno un parziale di 0 a 10, che vale il – 2 (56 – 54). Dopo il minuto di sospensione chiamato da Mazzoni, Terrosi segna e subisce il fallo del nuovo + 5 dei locali. Le difese iniziano a diventare quasi a “tenuta stagna” e ogni possesso è una battaglia. Le uniche occasioni pulite di canestro sono quelle dettate dai tiri liberi che le squadre continuano a tirare con percentuali insufficienti (4 su 6 per il Riviera, 1 su 2 per l’Empolese), e gli ospiti si riportano sul – 2 (60 – 58).

Gli uomini di Ghizzinardi perdono una brutta palla in attacco, Fontani segna la tripla del nuovo + 5 e qui, di fatto, si chiude la partita della Tirrreno Power, che non riesce più a recuperare lo svantaggio e vede, a causa dei falli, scappare gli avversari sul + 13 finale.

Il tabellino:
Computer Gross Empolese – Tirreno Power Riviera Vado 73 – 60
(Parziali: 23 – 8, 40 – 29, 54 – 44)
Computer Gross Empolese: Mariotti 17, Fontani 9, Gelli, Setti 5, Terrosi 4, Damiani 9, Italiano, Acunzo 14, Ghizzani 2, Vannini 13. All. Mazzoni.
Tirreno Power Riviera Vado: Gambolati 10, Gelmini ne, Bertolini 4, Varrone ne, Scala, Cappa 1, Paleari 22, Bedini 7, Ganguzza 5, Sacco 11. All. Ghizzinardi.
Arbitri: Enrico Boscolo (Chioggia) e Marco Marton (Conegliano).

La 18° giornata del girone A:
Utensili Abc Varese – Tecnosteel Torino 84 – 68
Kenfoster Monza – Arca Impresa Lucca 79 – 74
Ltc Sangiorgese – Press Bolt Saronno 96 – 86
Computer Gross Empolese – Tirreno Power Riviera Vado 73 – 60
Royal Castellanza – Claag Firenze (oggi ore 18,00)
Solbat Piombino – Mazzanti Empoli (oggi ore 18,00)
Basket Cecina – Resinex Iseo (oggi ore 18,00)
La Falegnami Castelfiorentino – Minorconsumo.it Prato (oggi ore 18,00)

Nonostante la sconfitta il primato in classifica dei vadesi non è in discussione:
1° Tirreno Power Riviera Vado 34
2° Utensili Abc Varese 30
3° Ltc Sangiorgese 24
4° Kenfoster Monza 22
5° Basket Cecina 20
5° La Falegnami Castelfiorentino 20
5° Royal Castellanza 20
8° Computer Gross Empolese 20
9° Resinex Iseo 18
10° Press Bolt Saronno 14
10° Arca Impresa Lucca 14
12° Claag Firenze 12
13° Mazzanti Empoli 12
14° Minorconsumo.it Prato 10
15° Tecnosteel Torino 6
16° Solbat Piombino 2
Tirreno Power Riviera Vado, Utensili Abc Varese, Ltc Sangiorgese, Kenfoster Monza, Computer Gross Empolese, Press Bolt Saronno, Arca Impresa Lucca e Tecnosteel Torino hanno giocato una partita in più; Claag Firenze e Minorconsumo.it Prato una in meno.

Domenica 30 gennaio alle ore 18 la Tirreno Power Riviera affronterà a Quiliano la sua più immediata inseguitrici, l’Utensili Abc Varese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.