IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, la Tirreno Power sa anche soffrire: recupera da – 16 e batte Firenze

Vado Ligure. Pur soffrendo più di quanto non sia abituata, la Tirreno Power Riviera ha portato a casa la 17° vittoria in campionato, dopo aver sofferto per tre quarti contro una rinnovata Firenze nella quale hanno brillato le stelle di Andrew Rath, ex Aeronautica Militare, Catanzaro e Cremona, e Massimiliano Sanna, già a Valenza e Fossombrone.

Sul fronte Riviera ottima prestazione negli ultimi dieci minuti di Claudio Sacco, che si fa perdonare i tre falli commessi nei primi tredici minuti, e più in generale di tutta la squadra che, dopo aver subito per trenta minuti, ha dimostrato carattere e grande grinta, concedendosi il lusso di chiudere definitivamente il girone d’andata facendo l’en plein di vittorie.

La cronaca. Partenza inusuale per il Riviera che non gira come al suo solito nè in attacco, nè in difesa. Rath è il primo a violare la retina vadese, subito seguito da Russo. Dopo tre giri d’orologio è Gambolati ad interrompere il digiuno della Tirreno Power, ma nonostante questo è ancora la compagine fiorentina a farsi vedere con Rotella e Sanna, andando sul 9 – 3. Coach Ghizzinardi chiama minuto, ma la squadra non riesce ancora a trovare una quadra e Firenze scappa grazie alla precisione balistica di Sanna e Rath: 21 a 5. Nelle ultime azioni il team vadese sceglie di difendere a zona e pone un argine all’attacco fiorentino, mentre Bedini e Sacco aggiornano il tabellone sul 21 – 9 alla prima sirena.

In avvio di secondo periodo Ganguzza prima e Gambolati poi accorciano fino al – 10, ma Ganis impegna ancora la difesa ligure con cinque punti, intervallati dal 2 su 2 di Claudio Sacco dalla lunetta (28 – 15). Proprio il play con il numero 20 si vede fischiare dopo appena tre minuti il proprio terzo fallo; richiamato in panchina tocca a Bertolini e Bedini occuparsi della regia. Cappa, Ganguzza e lo stesso Bedini iniziano a macinare gioco e il distacco si riduce fino al – 6 (31 – 25), poi ribadito qualche minuto più tardi da Bertolini (33 – 27). Sul finire del quarto Paleari tenta di diminuire ulteriormente il gap, ma il suo canestro, entrato a sirena già suonata, viene considerato nullo dagli arbitri (36 – 29).

Dopo l’intervallo lungo Ganguzza porta la propria squadra sul – 5 (38 – 33), ma sono ancora Sanna e Rath a fare il bello e il cattivo tempo nell’area pitturata dei parrots (44 – 35). Dopo sessanta secondi privi di canestri su entrambi i fronti è finalmente Bertolini, autore fino a questo momento di uno 0 su 4 dall’arco, a segnare tre punti (44 – 38). Nonostante le incursioni a canestro di Bedini e Gambolati, però, è nuovamente Firenze a riportarsi sul + 10 con i soliti Sanna e Rath (52 – 42), ma sul finire del quarto Bertolini, finalmente sbloccatosi dai 6,75, piazza altre due triple che insieme ai liberi di Cappa valgono il – 4.

Per la prima volta in campionato il Riviera inizia sotto il quarto periodo e il clima al Palaeverlast è incandescente. Sacco torna sul parquet con continuità e segna sette punti consecutivi che valgono il primo vantaggio ligure (56 – 57 dopo 5′15”). Coach Aprea chiama time-out, ma al rientro in campo è Ganguzza a segnare la tripla del + 4 (56 – 60), subito seguito da super Sacco che segna nuovamente dai 6,75 il momentaneo 56 a 63. Il nuovo coach fiorentino chiama nuovamente la sospensione, ma è ancora Sacco a bucare la retina avversaria. Da questo momento in poi iniziano le problematiche relative al punteggio che, dopo il canestro e fallo segnati da Bedini, culminano con un tecnico comminato a coach Ghizzinardi, il quale lamenta, tra l’altro, un errore sul tempo effettivo rimanente. Gli arbitri, dopo un consulto con gli ufficiali di campo, riportano il tempo su – 1′13” (al momento del tecnico il tabellone segnava erroneamente – 1′46”) e il punteggio sul 61 a 70. Da qui si riprende con una tripla di Ganis che però non inverte l’inerzia. Cappa segna tutti e quattro i tiri liberi finali e può finalmente gioire per la vittoria in questo recupero della 14° giornata, che manda in archivio il girone d’andata con il numero zero alla casellina sconfitte.

Il tabellino:
Claag Firenze – Tirreno Power Riviera Vado 64 – 74
(Parziali: 21 – 9, 36 – 29, 54 – 50)
Claag Firenze: Rotella 12, Russo 2, Rath 19, Galli, Sanna 19, Pieroni 2, Cioni, Ganis 8, Marchini 2, Graviano. All. Marco Aprea.
Tirreno Power Riviera Vado: Gambolati 7, Bertolini 11, Varrone ne, Scala ne, Cappa 9, Paleari 5, Bedini 13, Ganguzza 9, Bartolozzi ne, Sacco 20. All. Marcello Ghizzinardi.
Arbitri: Peppino Bernardi (Termoli) e Nicola Faustoferri (Bojano).

La classifica del girone A di serie B Dilettanti dopo 17 giornate:
1° Tirreno Power Riviera Vado 34
2° Utensili Abc Varese 28
3° Ltc Sangiorgese 22
4° Basket Cecina 20
4° Kenfoster Monza 20
4° La Falegnami Castelfiorentino 20
4° Royal Castellanza 20
8° Resinex Iseo 18
8° Computer Gross Empolese 18
10° Press Bolt Saronno 14
10° Arca Impresa Lucca 14
12° Claag Firenze 12
13° Mazzanti Empoli 12
14° Minorconsumo.it Prato 10
15° Tecnosteel Torino 6
16° Solbat Piombino 2
Claag Firenze e Minorconsumo.it Prato hanno giocato una partita in meno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.