IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, il Pool 2000 ritrova i due punti in trasferta e aggancia la zona playoff

Loano. Dopo oltre due mesi e quattro viaggi senza fortuna il Pool 2000 ritorna ad essere corsaro. Grazie ad un’ottima prestazione difensiva frutto di una prova tutto cuore ed energia i bianconeri hanno superato i varesini del 7 Laghi nell’ennesimo palpitante finale e hanno vendicato l’amara sconfitta casalinga dell’andata, giunta dopo un tempo supplementare.

Parte bene l’Azimut e grazie alle iniziative di Michelis e Bussone va sul 2 – 5. I varesini reagiscono con De Lucia e Pellegrini (6 – 5) prima che un parziale di 7 a 0 firmato Pietro Del Sorbo (altra prova monstre della guardia genovese con 16 punti e 12 rimbalzi) non porti i loanesi al massimo vantaggio sul 6 – 12. Sono i due fari della squadra gialloblu Laudi e Santambrogio ad incaricarsi della rimonta ed il primo quarto si chiude sul 15 pari.

Gli esperti Del Torchio e Mondello trovano i pochi lampi della loro giornata e conducono i propri al 19 – 15, ma proprio nel momento in cui i varesini sembrano poter scappare via i bianconeri piazzano un nuovo 7 a 0 di parziale targato Daniele Manuelli. Il play classe 1994 prima completa un’azione da due più uno, poi con un canestro in arresto sigla il 19 – 22. E’ il miglior momento per i loanesi, Kapedani trova due canestri dal pitturato e Bovone mostra sprazzi di talento cristallino. Il Pool 2000 raggiunge nuovamente il massimo vantaggio sul 21 – 27 ma, come già capitato in altre occasioni, la vena sadica dei giovani bianconeri si materializza. Palle perse in campo aperto ed errori ai liberi frenano la marcia loanese, la difesa inizia a sbandare e gli uomini di coach Legramandi ne approfittano cinicamente piazzando un controparziale di 12 a 2 chiuso da un canestro di Del Torchio. Due canestri di uno straripante Michelis (18 punti e 9 rimbalzi per l’ala imperiese) portano i bianconeri all’intervallo sul 35 – 35.

Il terzo parziale prosegue sulla falsariga del secondo, con i ragazzi di coach Costagliola sempre avanti di un paio di lunghezze ed i locali a rintuzzare. Il quarto non è un grande spettacolo per il folto pubblico presente. I bianconeri si destreggiano nella fiera delle palle perse (alla fine saranno ben 25 i possessi gettati al vento, 9 nel solo terzo quarto) non capitalizzando cosi la mole di lavoro difensiva e la netta supremazia a rimbalzo. Si va all’ultimo intervallo con gli ospiti avanti di 1 punto.

L’ultima frazione si apre con una tripla di Ciarlo, abile a punire la zona dispari proposta dai padroni di casa, ma una bomba di Laudi e due liberi di Santambrogio firmano un nuovo 5 a 0 per i locali (54 – 53). I bianconeri reagiscono con Ciarlo e Kapedani (54 – 58), Ponchiroli sigla il 56 – 58 prima dell’uscita per 5 falli. La partita vive una fase concitata e per due minuti le squadre non riescono a trovare la strada del canestro. E’ una tripla di Manuelli a rompere l’equilibrio e portare nuovamente a 5 le lunghezze di vantaggio per gli ospiti (56 – 61) quando mancano tre minuti dalla fine. Santambrogio replica da due (58 – 61) ma è ancora capitan Ciarlo, uscito dalla panchina dopo un paio di minuti di riposo, a siglare la tripla del rinnovato vantaggio. Nell’ultimo minuto uno stoico Laudi (10 punti nell’ultimo minuto) cerca di trascinare i suoi alla rimonta ma la tattica del fallo sistematico ordinato da coach Legramandi non produce effetti perché le mani dei bianconeri non tremano dalla lunetta. Allo scadere, con il punteggio fissato sul 68 – 74, il lay up di Ciarlo che avrebbe ribaltato la differenza canestri a favore dei loanesi negli scontri diretti si ferma sul ferro.

“Il risultato ci premia dell’ottimo lavoro difensivo svolto e del gran carattere dimostrato in campo – commenta coach Costagliola a fine gara -. I nostri obiettivi, però, vanno oltre al risultato, riguardano la crescita individuale e collettiva. Da questo punto di vista non posso esser soddisfatto perché continuiamo a ripetere errori banali dimostrando superficialità oltre che resistenza nel volere migliorare su alcuni limiti tecnico-tattici e di natura mentale. Il nostro vero playoff sarà progredire sotto questi aspetti, il risultato se verrà ne sarà una logica conseguenza”.

Il tabellino:
7 Laghi Gazzada Schianno – Azimut Pool 2000 Loano 68 – 74
(Parziali: 15 – 15, 35 – 35, 49 – 50)
7 Laghi Gazzada Schianno: Battaini ne, Santambrogio 13, Laudi 15, Piotti, Del Torchio 6, Mondello 4, Pellegrini 2, Ponchiroli 7, De Lucia 10, Frattini 11. All. Legramandi, aiuto all. Cervini.
Azimut Pool 2000 Loano: Cainero, Del Sorbo 16, Ciarlo 15, Michelis 18, Bussone 2, Bovone 5, Manuelli 8, Rotolo ne, Kapedani 10, Cascone ne. All. Costagliola, aiuto all. Costa – Guarnieri.
Arbitri: Andrea Ambrosi (Medole) e Nicola Giannotta (Mantova).

I risultati della 15° giornata:
Covo Nord Est Santa Margherita Ligure – Irte Busto Arsizio 63 – 73
7 Laghi Gazzada Schianno – Azimut Pool 2000 Loano 68 – 74
Team Battaglia Mortara – Cogein Savigliano 64 – 85
Don Bosco Crocetta Torino – Benfante Tortona 51 – 61
Basket Club Trecate – Neve Sestri Levante 84 – 72
Cipir Vernici Domodossola – Kopa Engineering Cus Torino (oggi ore 18,00)
Zimetal Alessandria – Coelsanus Varese (oggi ore 18,00)

La classifica vede l’Azimut entrare tra le prime otto:
1° Kopa Engineering Cus Torino 24
2° Benfante Tortona 24
3° Zimetal Alessandria 20
4° Team Battaglia Mortara 18
4° Cogein Savigliano 18
6° Cipir Vernici Domodossola 16
7° 7 Laghi Gazzada Schianno 16
8° Azimut Pool 2000 Loano 14
8° Irte Busto Arsizio 14
10° Basket Club Trecate 12
11° Don Bosco Crocetta Torino 10
12° Coelsanus Varese 8
13° Neve Sestri Levante 8
14° Covo Nord Est Santa Margherita Ligure 4
Kopa Engineering Cus Torino, Zimetal Alessandria, Cipir Vernici Domodossola e Coelsanus Varese hanno giocato una partita in meno.

Sabato 29 gennaio alle ore 18,30 il Pool 2000 sarà di scena a Loano dove ospiterà la Cipir Vernici Domodossola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.